Si girerà la seconda serie di “Rosy Abate”. È la grande notizia che in tanti aspettavano, a margine dell’enorme e sorprendente successo della prima. Neanche la Taodue, la casa di produzione della nota fiction di Canale 5, si sarebbe attesa un riscontro del genere, a conferma di come le storie della ragazza di Sicilia, interpretata da Giulia Michielini, piacciano molto.

Confermata la seconda serie

Intanto, campeggiano, con grande felicità, le prime indiscrezioni della seconda serie, confermate dalla foto della Michielini su Instagram, il cui post recita: ”Stiamo lavorando per noi”. Per attendere la messa in onda delle cinque puntate, bisognerà attendere il prossimo autunno.

Ma non possiamo fare a meno di esaltare le sorprendenti capacità interpretative dell’attrice, abile nell’essersi calata alla perfezione nel personaggio di Rosy che, sin dalla prima puntata, ha saputo conquistare la stima del pubblico, per il suo carattere indomito e ribelle. Agli inizi della prima serie, gli spettatori non si aspettavano che lo spin-off di “Squadra Antimafia” potesse funzionare e, invece, gli ottimi ascolti hanno ribaltato, con estrema soddisfazione, le previsioni negative. E questo è stato uno dei motivi che hanno indotto la produzione a dare un seguito alle travagliate vicende di Rosy, entrata nel cuore del pubblico per la ricerca del suo amato figlio Leonardino.

Il grande successo della prima serie

Ma, ritornando alla prima serie, Rosy è stata arrestata, perché suo figlio ha sparato a Regina, la donna che lo aveva cresciuto.

E, quindi, il poliziotto Luca, che ha collaborato al ritrovamento di Leonardino, decide di prendersene cura, con la speranza che Rosy possa uscire al più presto di galera. E, a margine del finale di stagione, in tanti suppongono che Regina potrebbe riscattarsi, e Rosy trovare la libertà fuori dal carcere. Che l’ennesimo distacco la faccia riflettere sul suo essere donna e madre? Rimane vivo il desiderio di Rosy di rifarsi una nuova vita, lontano dagli errori. Da sottolineare l’abilità degli sceneggiatori per aver saputo tessere delle trame avvincenti e appassionanti, uno dei motivi di successo della serie. E si spera che si possa bissare il successo della prima, con grande felicità degli spettatori, pronti ad accogliere l'atteso ritorno della spietata Rosy Abate che, grazie alla sua fragilità e umanità, è un personaggio che ha ancora molto da dare. E, quindi, la sua storia non poteva finire.