Prossimamente si svolgerà a Ferrara, precisamente dal 4 al 6 ottobre, l'edizione 2019 del festival del giornalismo organizzato dalla rivista Internazionale. Come sempre, saranno proposti temi attuali di estrema importanza e verranno presentati film di forte impatto sociale.

L'iniziativa

La rivista Internazionale organizza dal 2007 a Ferrara un importante festival del giornalismo di livello veramente mondiale, che affronta con cura e precisione le tematiche attuali più scottanti, come il razzismo, l'emarginazione, la discriminazione, la guerra, l'ambiente.

Il tutto inserito in un contesto davvero internazionale, caratterizzato da una speciale apertura mentale, proponendo sistematicamente messaggi di alto livello culturale.

Quest'anno la manifestazione inizierà venerdì 4 ottobre per proseguire fino a domenica 6, in un intenso alternarsi di iniziative, eventi, proiezioni, mostre, conferenze e workshop su svariate tematiche.

Tanto cinema

Anche durante lo svolgimento delle prossima edizione di Internazionale verranno proiettati numerosi film di rilevante impegno sociale.

Peraltro, sarà presente la nota regista e sceneggiatrice Alba Rohrwacher, che terrà un workshop dal titolo 'La messa in scena e la scrittura nel Cinema'. Ricordiamo che la regista negli ultimi anni ha vinto al Festival del Cinema di Cannes il Grand prix speciale della giuria con il film Le meraviglie (2014) e il premio per la miglior sceneggiatura per il suo recente Lazzaro Felice (2018), che verrà poi proiettato nel corso di Internazionale al 'Cinema Apollo 2' unitamente ad altri film di grande interesse.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cinema

Tra questi ci sono innanzitutto Il pianeta in mare (2019), di Andrea Segre, incentrato sulle trasformazioni di una zona 'difficile' come Porto Marghera, Soyalism (2018), di Stefano Liberti e Enrico Parenti, dedicato all'importanza della soia sul piano alimentare. Di grande interesse poi anche Bangla (2019), di Phaim Bhuyan, un regista italiano originario del Bangladesh, che racconta una storia d'amore e offre una speciale rilettura e analisi delle seconde generazioni che vivono nel quartiere multietnico di Torpignattara, a Roma.

Quest'ultimo film sarà presentato da un gruppo di giovani attivisti ferraresi, gli 'Occhio ai media', che da tempo si dedicano a monitorare il fenomeno del razzismo nel contesto della stampa. Essi presenteranno anche (in collaborazione con il 'Festival du film et forum international sur les droits humains' di Ginevra) il film La virilité (2018), diretto da Cécile Denejan e che propone una originale indagine correlata ai nuovi confini dell'identità maschile.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto