Ghali pubblicherà venerdì 17 gennaio 'Boogieman', nuovo attesissimo brano in featuring con un altro big della scena Rap italiana, Salmo. Dal tardo pomeriggio di ieri l'artwork fatto realizzare dal rapper per il pezzo è però al centro di una polemica che ha varcato i confini nazionali.

La palese somiglianza tra la cover della traccia di Ghali e Salmo con il disegno di Moon Patrol

Il popolare visual artist americano Moon Patrol – vero nome Matt Cunningham – ha infatti sottolineato l'eccessiva somiglianza tra la cover di 'Boogieman' ed una grafica da lui precedentemente realizzata.

Lo ha fatto con un post Instagram, poi rimosso, che sta facendo molto discutere. L'artista californiano ha sottolineato come, secondo il suo punto di vista, un personaggio noto come Ghali – con due milioni di followers – avrebbe tranquillamente potuto chiedere una licenza. Queste le sue parole: "La gente utilizza spesso miei disegni senza chiedere il permesso, ed io glielo faccio pure fare, perché sono un collage artist. Però questo Ghali ha 2 milioni di follower, avrebbe potuto chiedere una licenza".

Poco dopo l'artista ha modificato il post, togliendo la frase "Avrebbe potuto tranquillamente chiedere una licenza", ed aggiungendo: "Probabilmente non è colpa sua, ma del lavoro di qualche grafico che ha rubato".

La somiglianza tra le due opere è effettivamente lampante, come ha implicitamente ammesso lo stesso Ghali, che non ha potuto negare di averla utilizzata come riferimento nel processo creativo, sottolineando però di averla trovata 'senza crediti' e facendo inoltre presente come il lavoro in questione non sia stato realizzato da lui in prima persona, ma da uno studio grafico.

La replica di Ghali: 'L'ispirazione è partita da un'opera di Escher'

"Per quanto riguarda l'artwork – ha esordito Ghali – quando ho immaginato la cover di Boogieman la mia ispirazione è partita da un opera di Escher degli anni 30. Lo studio creativo che ha realizzato l'idea ha trovato diverse immagini di ispirazione, tra cui quella di Matt Cunningham, che però quando è stata trovata non riportava alcun credito".

Ghali ha poi concluso il suo messaggio invitando Cunningham a collaborare all'artwork del suo prossimo progetto, queste le sue parole "Bro, collaboriamo al prossimo artwork."

Matt Cunningham: 'Lamentarsi è sempre disgustoso'

Nel corso della notte (italiana) l'artista californiano ha rimosso definitivamente il primo post, sostituendolo con un altro in cui vengono mostrati diversi lavori da lui realizzati, tutti simili alla cover di 'Boogieman'. Il post è accompagnato da queste parole: "Lamentarsi è sempre disgustoso, proprio come queste teste. Ci tengo invece a dire che apprezzo tutti voi".

Segui la pagina Rap
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!