Checco Zalone, nome d'arte di Luca Medici, segna la storia del Cinema italiano con un incasso pari a 8.680.232 euro in sole 24 ore dall'uscita del suo primo film come regista. Zalone - dopo i successi che lo hanno visto protagonista come Cado dalle nubi, Che bella giornata, Sole a catinelle e Quo vado? - torna nei cinema con un nuovo film da lui diretto e interpretato che pare aver già battuto ogni record.

Tolo Tolo fa il record di incassi, Mereghetti: 'Zalone sta imparando a seguire le orme di Sordi'

Tolo Tolo, quinto film del comico nostrano Checco Zalone, è in tutte le sale cinematografiche dal 1 gennaio 2020. La pellicola ha già battuto ogni record, incassando quasi nove milioni di euro. Si tratta del film con il maggior numero di incassi nelle prime 24 ore di programmazione nella storia del cinema italiano. Erano settimane che la canzone 'Immigrato' del trailer del film faceva discutere, come probabilmente farà discutere il film stesso, il quale ha già registrato 1.175.000 presenze.

Pietro Valsecchi, il produttore di Tolo Tolo, commenta soddisfatto: 'Un risultato incredibile. Checco Zalone ha riunito gli italiani dentro le sale cinematografiche'. E aggiunge: 'Sono ancora più felice perché questo risultato premia l'opera prima di Checco come regista. (..) Il nuovo decennio inizia bene per il cinema italiano grazie a questa iniezione di fiducia e di incassi'.

Paolo Mereghetti, celebre critico del Corriere della Sera, scrive su Zalone: 'Non ha timore di apparire sgradevole, è spiccio e diretto.

Proprio come faceva un altro grande attore e autore del cinema italiano, la cui crudeltà e sgradevolezza ne fecero il più vero e necessario dei nostri comici, Alberto Sordi'. E conclude: 'Forse Zalone sta imparando a seguire le sue orme'.

Numerosi gli apprezzamenti anche da parte di alcuni volti noti. Rosario Fiorello ha twittato: 'Ho visto il film di #zalone. Spiazzante, geniale. Secondo me bellissimo'.

Gabriele Muccino ha commentato: '#Tolotolo apre il suo viaggio con 8.6 milioni di euro'. E asserisce con stupore: 'Non credo sia mai accaduto negli ultimi 50 anni'. Secondo Enrico Letta il film è 'Bello e coraggioso'. Inoltre, il politico confessa di essere trepidante nello scoprire certe reazioni. Ignazio La Russa, invece, sembra non aver apprezzato Tolo Tolo, trovandolo alquanto noioso e scontato: 'Sono stato un asino ad andare all'anteprima.

Segui le tue passioni.
Rimani aggiornato.

(..) Mi ha deluso la qualità del film, non i temi. (..) Una o due battute buone, per il resto sonnecchiavo'.

Tolo Tolo, di cosa parla il film di Checco Zalone

Tolo Tolo è per lo più ambientato in Africa, dove il protagonista Checco è scappato per evitare guai con il fisco italiano. Inizia a lavorare in un villaggio turistico in Kenya dove stringe amicizia con Oumar e si innamora di Idjaba. Improvvisamente però scoppia la guerra civile e Checco vorrebbe tornare in Europa.

Tuttavia, si trova totalmente al verde ed è costretto a seguire le rotte dei migranti, vivendo sulla sua pelle un vero e proprio viaggio della speranza. Sarà raccattato da una nave della ONG che dovrà affrontare il blocco dato dalla politica dei porti chiusi.

Segui la nostra pagina Facebook!