L'artista bolognese Lucio Dalla, uno dei cantautori più importanti della musica italiana, siederà per sempre su una panchina di piazza Cavour a Bologna davanti la sua casa natale. La statua che rappresenta l'artista lo ritrae seduto su una panchina e verrà situata davanti all'ingresso della casa in cui è cresciuto, accompagnata da una targa commemorativa posta sulla facciata dell'edificio.

Lucio Dalla, da Bologna alla conquista del mondo

Lucio Dalla, nato a Bologna il 4 marzo 1943, è stato un cantautore, musicista e attore.

Di formazione jazz e sempre alla costante ricerca di nuovi stimoli ha conquistato vari generi duettando con artisti di fama internazionale. Nell'arco della sua carriera Lucio ha suonato vari strumenti tra cui il piano, il sassofono e il clarinetto e la sua produzione artistica ha attraversato svariate fasi sperimentando generi diversi dal beat, alla canzone d'autore, toccando persino l'opera e la musica lirica. Grazie a questa sua capacità di sperimentare e rinnovarsi la sua musica non ha mai acquistato una particolare etichetta, ma ha saputo spaziare in vari generi.

Cantautore di successo ha conquistato anche il resto del mondo e alcune delle sue canzoni sono state tradotte raggiungendo il successo in diverse lingue. Ha saputo conquistare il popolo italiano e non solo passando alla storia e, con la sua morte, il 1° marzo 2012 quando venne stroncato da un infarto a Montreux (Svizzera), ha lasciato un vuoto incolmabile. In memoria di uno degli uomini più rivoluzionari della musica italiana, Bologna ed i suoi eredi hanno così deciso di fargli un regalo inestimabile.

Bologna e le donazioni commemorative

Il Comune di Bologna ha deliberato due donazioni: una statua e una targa, queste donazioni sono state fatte dagli eredi dell'artista e verranno inaugurate il 22 febbraio in occasione del 77°compleanno di Lucio Dalla. La statua (strutturalmente rinforzata) raffigurante il cantautore, è un'opera di Antonello Paladino ed è stata donata da Lino Zaccanti, cugino ed erede di Lucio Dalla.

Zaccanti, legato all'artista da un particolare legame di affetto, si è occupato personalmente di curare la posa dell'opera regalando un altro omaggio al cugino insieme alla targa commemorativa, curata dalla Fondazione Lucio Dalla, che verrà posta sulla facciata della casa natale dell'artista in piazza Cavour. L'opera e la lapide entreranno a far parte del patrimonio culturale del Comune di Bologna che ne assicura la conservazione e il mantenimento negli anni.

L'inaugurazione a Bologna

I due interventi, a cura della Fondazione Lucio Dalla, verranno inaugurati in presenza dei rappresentati del Comune di Bologna e della Regione Emilia-Romagna in occasione della Rassegna per la celebrazione del compleanno dell'artista bolognese il 22 febbraio.

Le informazioni dettagliate dell'inaugurazione saranno rese note fra un paio di giorni con la presentazione della Rassegna.

Segui la pagina Curiosità
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!