Il 27 marzo, grazie all’aiuto della Regione Lazio, c’è stato un nuovo intervento artistico nella periferia romana. Infatti, in un momento in cui l’Arte viene meno a causa della chiusura dei musei, è stato possibile risvegliarla grazie ad un nuovo progetto messo in atto nella zona periferica di Roma di Valco San Paolo. Questa iniziativa, resa economicamente concepibile grazie alla Lazio Street Art , prende il nome di Cantieri di San Paolo. Il progetto serve a valorizzare la vena creativa degli street artist, mettendola a disposizione di chiunque voglia respirare la cultura artistica anche fra le strade di Roma.

L’arte romana, che si estende dal Tevere fino a Viale Marconi, va a toccare due tra i campi più importanti della vita di tutti i giorni: lo sport e la scuola.

I due progetti: Tiber Courtyards e One Take Project

Tiber Courtyards e One Take Project sono i nomi delle opere intorno alle quali si muove l’iniziativa. Se la prima appartiene alla creatività geometrica di Greg Jager, con la direzione di Michele Trimarchi, la seconda, a cura dell’associazione Dominio Pubblico, riguarda la realizzazione di murales che coinvolgono Elia Novecento e Leonardo Crudi. Questi ultimi hanno anche fatto un intervento sull’Istituto Rossellini, con il coordinamento di Paolo Colasanti. Il progetto crea dei legami tra vita quotidiana e creatività: Jager ha dato nuova vita a dei campi da basket, creando un connubio tra arte e sport, mentre Crudi forma una correlazione tra studio e arte evocando la street art sulle mura dell’Istituto Rossellini, come riconoscimento al regista italiano.

Gli artisti del progetto

Gli artisti e gli organizzatori dei nuovi murales romani si sono sempre caratterizzati per la loro capacità di valorizzare l’arte e la creatività e metterla a disposizione degli altri. Grag Jager lavora con musei ed altre associazioni culturali di grande importanza, come il MacRo e l'azienda Palaexpo, Leonardo Crudi è attivo nel campo del cinema, della pittura e della fotografia, mentre Elia Novecento ha dato vita a colorati graffiti.

Sono tutte personalità che hanno cercato di dar voce alla street art. Cantieri San Paolo è un’altra tappa per sottolineare l’importanza degli street artist che danno modo alle persone comuni di poter sviluppare, tramite uno stimolo visivo, la loro immaginazione. Si tratta di un modo nuovo e divertente per sognare anche fra le strade romane.

Il laboratorio a cielo aperto è riuscito a donare un'importanza diversa non solo allo storico Istituto Rossellini, ma anche alla periferia di Roma, in cui l'arte è rinata grazie a dei murales basati sui colori e sulla geometria.

Segui la nostra pagina Facebook!