Siamo entrati nella fantascienza, e lo abbiamo fatto con passi da gigante, rivoluzionando il mondo, nell'ultimo secolo, a dismisura. Scoperte nel campo medico, come quella della penicillina, hanno quasi raddoppiato la prospettiva di vita degli esseri umani, e quelle tecnologiche continuano a garantire svolte che semplificano e arricchiscono [VIDEO] il nostro tempo. La novità che ci fa pensare alla fantasia di "Matrix", e alle imprese di altri famosi film che raccontano il futuro, è qui, è adesso, ed è qualcosa di reale e palpabile.

La Ford rivoluziona il mondo delle auto

La casa automobilistica Ford ha ideato una macchina della polizia che, "udite udite", potrà a sfrecciare sulle nostre strade, senza autista e senza poliziotti alla guida.

La macchina svolgerà il compito di questi ultimi, dal dare le multe al rimproverare gli automobilisti che infrangeranno le regole, il tutto tramite una #Intelligenza Artificiale.

Queste pattuglie potranno sostituire il lavoro dell'uomo vantando l'applicazione delle stesse funzioni. Il 18 gennaio è stata depositata la richiesta di brevetto dalla Ford per la realizzazione della prima pattuglia robot.

Le caratteristiche della macchina autonoma

L'auto sorveglierà il traffico con un sistema digitale. Sarà in grado di rilevare le violazioni del codice della strada dagli eccessi di velocità, al passaggio con il rosso, e altro. Inoltre sarà collegata a tutti i sistemi di controllo, come autovelox e tutor. In caso di necessità, inseguirà il conducente colpevole di infrazione, lo costringerà a fermarsi, notificandogli addirittura una contravvenzione.

Sistemi sofisticati per ovviare alla mancanza dell'uomo

Il sistema che regolerà il funzionamento dell'auto-robot, sarà dotato di meccanismi sofisticati, tanto da poter anche verificare le targhe, i documenti dei passeggeri, attraverso i database della polizia. L'auto sarà addirittura in grado di compiere azioni contro un eventuale veicolo che non si fermasse ad una sua richiesta di farlo. In che modo ancora avverrà l'intimidazione, ancora non si sa.

E la classica domanda "Concilia?"

Chissà se ci sentiremo rivolgere ancora la classica domanda "Concilia?" dalla macchina guidata dall'intelligenza artificiale, in caso di disubbidienza al codice della strada. Certo è che la berlina Ford sarà in grado di poter scegliere se ricorrere alla classica multa, o se ammonire semplicemente il guidatore distratto.

In Cina l'ufficio di polizia virtuale

In Cina, a Wuhan, ad opera del Governo cinese, a novembre si è già dato il via ad un ufficio di polizia privo di personale, dove si lavora h24, e senza dover ricorrere a turni. Ci si occupa delle pratiche del traffico e delle auto, registrando anche documenti ed esami di guida. Il tutto in modo virtuale [VIDEO]. Questo progetto è mirato ad eleggere la Cina come leader tecnologico, nel campo della intelligenza artificiale, entro l'anno 2030. #automobile