In estate il frutto che viene maggiormente consumato è il cocomero. Una fetta al giorno può fare la differenza per la linea. Le innumerevoli proprietà sono state pubblicate sul giornale Nutrients dagli esperti americani di San Diego. Gli studiosi in particolare hanno testato per prima volta, gli effetti dell'anguria sulla sazietà e sulla perdita di peso scegliendo il confronto con lo spuntino a base di biscotti, un'abitudine per molte persone.

Ricca di acqua ma non solo

I benefici dell'anguria sono conosciuti da molto tempo ma spesso non vengono considerati nelle diete per perdere peso. Questo frutto molto amato nella stagione estiva contiene il 95% di acqua e ha un basso apporto calorico, infatti una porzione di 100 grammi contiene solo 16 Kcal. Due caratteristice fondamentali per mantenersi idratati nell'arco delle giornate estive e limitare le calorie.

Il cocomero è anche ricco di nutrienti importanti per la Salute come la citrullina, un'aminoacido con azione anti-ipertensiva naturale, il carotenoide licopene, presente anche nei pomodori, con proprietà antiossidante, infine molte vitamine fondamentali per combattere lo stress ossidativo quali la vitamina A, B1,B6, B5 e C.

L'anguria non solo è un'ottima merenda, infatti può essere grigliata e utilizzata per preparare i più svariati smoothie. Una fetta al giorno migliora l'umore, aiuta a mantenere la linea e ha effetti positivi per la salute delle ossa, pelle, capelli e abbassa il colesterolo, mangiata in quantità elevate aiuta il recupero energetico dopo l'allenamento.

Anguria a merenda contro i biscotti

Gli scienziati dell'Università di San Diego hanno testato gli effetti dell'anguria sul peso corporeo e sulla sazietà.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Salute Corretta Alimentazione

Hanno seguito per diverse settimane delle persone adulte dai 18 ai 55 anni obese o in sovrappeso. Nelle prime quattro settimane lo spuntino dei partecipanti è stato a base di anguria, circa due tazze e dopo un periodo d'interruzione nelle successive quattro settimane la merenda, con lo stesso apporto calorico di 90 Kcal, comprendeva i biscotti a basso contenuto di grassi.

''L'anguria per via dell'elevato volume, del basso apporto calorico di 16 Kcal per etto e dell'elevato contenuto di acqua pari al 95%, ha ridotto la sensazione di fame favorendo il senso di sazietà per due ore rispetto ai 20 minuti dei biscotti.

Inoltre, la merenda a base di cocomero ha ridotto il peso corporeo di 500 grammi nell'arco di quattro settimane rispetto allo spuntino a base di biscotti capace invece, nello stesso periodo, di aumentarlo di 600 grammi. Gli effetti immediati dell'anguria hanno anche diminuito la pressione sistolica ''massima'' e diastolica ''minima'' che invece sono aumentati con il consumo di dolci''.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto