5 curiosità sulla notte di San Lorenzo

5 curiosità sulla notte di San Lorenzo
5 curiosità sulla notte di San Lorenzo

Il 10 agosto, per tradizione cadono le lacrime del santo perseguitato da Valeriano e si esprimono desideri.

Il 10 agosto è la notte delle stelle cadenti e dei desideri da esprimere con gli occhi rivolti al cielo. In attesa di goderci il romantico spettacolo delle Perseidi (che non si esaurirà all'alba di domenica, ma continuerà fino alla vigilia di Ferrragosto) ecco 5 curiosità da scoprire (o da riscoprire) sulla notte più magica ed affascinante dell'estate.

1

Detriti spaziali

Le stelle cadenti non sono delle vere e proprie stelle, ma sono dei detriti spaziali. La loro orbita, ciclicamente, incrocia quella della terra e, quando questo accade, si crea una pioggia luminosa chiamata tecnicamente sciame meteorico.

2

Le Perseidi

Le stelle cadenti che si possono ammirare la notte di San Lorenzo sono le Perseidi. Si chiamano così perché si originano nel cuore della costellazione dedicata a Perseo, l’eroe greco che riuscì a sconfiggere la terrificante Medusa. La caduta delle Perseidi si ha in seguito all’impatto con l’atmosfera delle polveri lasciate dai passaggi della cometa denominata Swift-Tuttle.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto