Le Sepolture - La quarta indagine del commissario Gelsomino” di Marco Lugli è un romanzo giallo auto pubblicato nel luglio 2021, in cui ritorna il personaggio del commissario della Questura di Lecce Luigi Gelsomino.

Il protagonista si trova di nuovo invischiato in una storia in cui parti del suo passato riemergono dolorosamente. È infatti abitudine dell’autore intrecciare le vicende provate del commissario con gli omicidi su cui si trova a indagare, per rendere la trama più coinvolgente a livello emotivo e per far sì che i lettori possano scoprire tasselli della vita del loro beniamino romanzo dopo romanzo.

Il commissario Gelsomino

In questa quarta avventura si rievoca il fantasma della moglie di Gelsomino, Loredana, morta otto anni prima in circostanze ancora non chiarite del tutto. Nella precedente opera di Lugli il commissario si era deciso a vedere un terapeuta per smettere di parlare alla moglie defunta.

"Per quasi sette anni, a ogni bivio proposto da un’indagine, ma anche nei momenti di sconforto personale, si era raccolto in sé stesso alla ricerca di una soluzione, ma lo aveva fatto prendendo il cellulare in mano, portandolo all’orecchio e fingendo di chiamare Loredana nonostante lei fosse morta e sepolta", viene detto del protagonista.

Libero finalmente da quella bizzarra consuetudine, che gli aveva provocato anche diversi problemi sul lavoro, Gelsomino è costretto a fare ancora i conti con il suo lutto quando avviene un fatto insolito, che ribalta tutte le sue certezze: dopo la morte del suocero egli ottiene in eredità un appezzamento di terreno con una casetta di campagna annessa, in cui il suo braccio destro, l’assistente capo Ugo Colazzo, incaricato di eseguire un sopralluogo, rinviene delle ossa umane.

La lettera del suocero

A causa di una sibillina lettera del suocero consegnatagli da un notaio, il commissario si rende conto che probabilmente il defunto era a conoscenza di quel corpo. Inoltre, il protagonista viene a sapere che il terreno era in realtà di proprietà di sua moglie, che non lo aveva mai informato del suo acquisto nonostante fosse avvenuto durante il loro matrimonio.

Da quelle ossa nasce quindi un’indagine in cui Gelsomino si getta a capofitto, conscio di poter essere ferito da crude verità. Aiutato da Colazzo e dall’ispettore Anna Fontana, con cui inizia una relazione, disseppellisce segreti che rimandano a truffe, corruzioni e abusi edilizi.

In che misura la moglie era implicata in questa vicenda?

E quanto egli era stato cieco durante il loro matrimonio? Tanti dubbi si fanno strada nel cuore del commissario mentre tenta di risolvere una serie di crimini complicati, che lo spingeranno verso una profonda trasformazione.