A breve le famiglie italiane dovranno compilare online il modulo d'iscrizione a Scuola per i propri figli. In realtà questo è l'ultimo dei numerosi passaggi che i genitori sono chiamati a compiere.

Prima, infatti, occorre partecipare agli "Open day"nei vari istituti, scegliere la scuola e, magari, cercare di avere informazioni sui docenti.

Uno degli step che richiede più responsabilità è quello della scelta del tempo scuola per la scuola primaria più consono al proprio figlio e alle proprie esigenze familiari.

La scuola Primaria statale propone infatti quattro modelli di orario settimanale: di 24, 27, 30 e 40 ore. Vediamoli brevemente.

Il modello a 24 ore settimanali (D.L.vo 169/2009) corrisponde al Tempo normale e introduce l'insegnante unico; quello di 27 ore (D.L.vo 59/2004) comprende in più le "Attività opzionali facoltative" ( varie attività di laboratorio proposte dalla scuola che si possono scegliere) integrabili con le risorse della scuola; potrebbe prevedere il rientro scolastico pomeridiano.

Questi due modelli orari potrebbero essere considerati qualora si avesse molto tempo da dedicare al figlio dopo le lezioni o, nel caso in cui il proprio piccolo non sia in grado di "reggere" un tempo scuola più lungo, o ancora, perché il bimbo è impegnato in diverse attività extrascolastiche .

L'orario settimanale fino a 30 ore, costituisce il Tempo prolungato affidato ad un team d'insegnanti e corrisponde al modello didattico previsto dal D.L.vo 59/2004.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Scuola

In esso sono incluse anche le attività opzionali facoltative e prevede, in genere, due o tre rientri pomeridiani alla settimana.

L'ultimo modello è quello delle 40 ore settimanali. E' il Tempo pieno le cui modalità di realizzazione sono previste dalla legge 176 del 25/10/ 2007. E' affidato a due insegnanti titolari per classe.

Questo modello consiste in un unico progetto educativo, ossia in un unico "pacchetto scuola " che comprende sia le attività didattiche disciplinari articolate durante le mattine ed i pomeriggi della settimana, sia il " tempo mensa" che costituisce un importante momento educativo affidato ai docenti.

La scelta per il tempo pieno potrebbe essere indicata per le famiglie in cui i genitori sono molto impegnati nel lavoro e dunque hanno difficoltà concrete nel gestire la giornata del proprio figlio.

Poiché esso prevede un tempo scuola giornaliero di circa 8 ore, potrebbe essere per qualche bambino stimolante e socializzante , ma per altri, molto vivaci o con varie difficoltà, potrebbe essere rischioso.

Al termine delle iscrizioni ogni scuola organizzerà di fatto solo i moduli orari più richiesti dalle famiglie. Pertanto alcune di esse potrebbero non vedere soddisfatta la propria richiesta ed essere chiamati a ripiegare su altri modelli o, a scegliere di rivolgersi ad un'altra scuola.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto