E’ stato pubblicato dall’#Inps il bando per l’assegnazione del Bonus Cicogna. Si tratta di un contributo di 500 euro che sarà assegnato a 600 famiglie con bambini nati nel 2016 e che non è cumulabile con altri contributi analoghi previsti come, ad esempio, il Bonus Asilo Nido.

Riportiamo di seguito i principali requisiti per l’accesso al nuovo Bonus Cicogna, ricordando che il bando completo può essere consultato sul sito ufficiale dell’Inps.

Il nuovo contributo Bonus Cicogna INPS: chi può richiederlo

Il Bonus Cicogna può essere richiesto dai dipendenti e pensionati del Gruppo Poste Italiane spa, dai dipendenti e pensionati iscritti alla Gestione ex IPOST per la quale versano una trattenuta mensile dello 0,4%.

Il bando mette a disposizione, per chi è in possesso dei requisiti, 600 assegni da 500 euro ciascuno per figli nati nel 2016.

I soggetti in possesso di tali requisiti dovranno, prima di inviare la domanda per l’assegnazione del contributo, provvedere all’’iscrizione presso l’apposita banca dati INPS utilizzando il modulo “Richiesta di iscrizione in banca dati”, scaricabile previo inserimento del PIN personale di accesso, da presentare di persona agli sportelli dell’Istituto o attraverso posta elettronica certificata o attraverso raccomandata con avviso di ricevimento.

Gli iscritti alla Gestione ex IPOST dovranno richiedere l’inserimento nella banca dati INPS contattando il seguente indirizzo di posta elettronica: dcsnaic.assistenzamutualita@inps.it.

Come fare domanda per il Bonus Cicogna INPS

Dopo l’inserimento nella banca dati INPS potrà essere presentata la domanda per l’assegnazione al Bonus Cicogna entro la scadenza fissata alle ore 24 del 31 ottobre 2017.

I migliori video del giorno

La domanda dovrà essere inoltrata esclusivamente in modalità on line dal sito INPS e seguendo il percorso “Servizi Fondi Gruppo Poste Italiane”, quindi “Servizi Fondi Gruppo Poste Italiane (Assistenza)” dove si potrà trovare la sezione “Bonus Cicogna fondi Ipost” e l’opzione “Inserimento nuova domanda”.

All’atto della compilazione della domanda sarà richiesto l’inserimento della DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica) necessaria per la determinazione del reddito ISEE familiare del nucleo che include il richiedente il beneficio. L’attestazione ISEE sarà utilizzata per la definizione della graduatoria per l’assegnazione del contributo e che sarà pubblicata sul sito INPS.

Per chi avesse bisogno di ulteriori informazioni sul nuovo contributo, l’Istituto mette a disposizione il Contact Center raggiungibile attraverso il numero verde 803 164, per i telefoni fissi, o il numero 06 164164, per i telefoni cellulari. #bonus bebè #bonus 500 euro