Il periodo è  stato anticipato da una stagione di sconti visto il calo dei consumi e molti consumatori restii ad acquistare a prezzi poco sostenibili. I saldi rappresentano l'occasione per comprare bene ciò che si desidera e rinnovare il guardaroba, ma bisogna fare attenzione ad alcune regole basilari per evitare di cadere in alcune trappole.

In primis non fare acquisti importanti nel periodo pre saldo se non indispensabili, tenere traccia dei prezzi da cartellino per poi verificare che il saldo sia reale.

Comprare in tempo di saldi presuppone  una buona dose di tempo da spendere per negozi, pertanto necessita non fermarsi al primo store, ma visitarne parecchi e confrontare sconti e qualità della merce in esposizione.

Fatto l'occhio è importante non cadere nella trappola dello sconto oltre una certa soglia (tipo il 50 per cento e oltre),  uno sconto così eccessivo può essere indicatore di merce che vale poco o che è troppo datata. Allo stesso tempo fare attenzione ai prezzi fisiologici, i cosiddetti cartellini da 9.99 oppure 49.90 che portano a spendere molto senza dare l'idea della cifra intera, spesso consistente.

Dal momento che tutti i negozi saranno affollati, diffidare da quei commercianti che richiedono espressamente pagamento in contanti. In fase di acquisto poi controllare con cura le etichette che riportano la composizione dei tessuti e la modalità di lavaggio del capo di abbigliamento per evitare brutte sorprese dopo aver portato il capo in lavanderia.

Diffidare inoltre dai capi presenti in negozio in tutte le taglie e/o colori, in questo caso potrebbe trattarsi di merce non a saldo e messa in vendita con un finto prezzo scontato.

Ricordarsi inoltre che ci sono regole ben precise per quanto riguarda la fase post-acquisto. La merce può essere cambiata se non corrispondente a quanto venduto o se difettosa, invece, in caso di acquisto sbagliato, rimane a discrezione del commerciante andare incontro alle esigenze del cliente.

Segui la nostra pagina Facebook!