La Chrysler diventa italiana. Il gruppo FIAT ha acquistatoda Veba il restante 41,50% del capitale e ora diventa proprietario al 100%.L'investimento ha un valore pari 3,65 miliardi di dollari.

Ecco il commento di Susanna Camusso, leader della Cgil: "Dopo questo importante passaggio chedefinisce l'assetto proprietario è indispensabile che Fiat dica cosa intendefare nel nostro Paese".

La Camusso prosegue auspicando che questa importante novitàspinga Fiat a investire sulla produzione nel nostro paese.

In generale i sindacati italiani hanno avuto reazioni moltopositive in merito all'acquisizione. È infatti opinione generale che questanovità sarà fonte di nuova occupazione e grande stimolo per la ripresa delsettore in Italia.

Tuttavia resta forte la preoccupazione per la debolezzafinanziaria del gruppo, messa ora ancora più a dura prova dal grossoinvestimento fatto per acquisire la proprietà esclusiva di Chrysler.

Fiat ha escluso l'aumento di capitale, quindi non verrà richiestoalcun intervento economico ai soci.

Piero Fassino, sindaco di Torino, commenta positivamente lanotizia: "Una scelta strategica, da cui ci attendiamo positive conseguenzeanche per l'Italia e per Torino".

Anche Roberto Cota, presidente della Regione Piemonte, si èdichiarato soddisfatto e ne ha approfittato per chiedere al Governo nuoveagevolazioni fiscali per dare nuovo impeto all'intero settore automobilistico.

John Elkann ha infine dato, con grande entusiasmo, ilbenvenuto al team Chrysler all'interno della nuova realtà industriale.

Segui la nostra pagina Facebook!