Il 2014 volge ormai al termine e con l’entrata del nuovoanno, sono tante le novità per gli italiani. Dalle misure introdotte in Leggedi Stabilità, alle Pensioni, alle novità sulle tasse sulla casa e agliinterventi sulle famiglie. Una delle novità che entrerà in vigore dal 1° gennaio del2015 e che riguarda gran parte delle famiglie, è l’introduzione del nuovomodello ISEE, ovvero quello strumento che basandosi su criteri unificati,permette di misurare la situazione economica di tutti coloro che richiedonoprestazioni agevolate. Il nuovo modello Isee, è disciplinato dalla circolaredell’Inps n.171 del 18/12/2014, la quale prevede l’introduzione di una nuovabase di calcolo dell’indicatore della situazione economica equivalente.

Infatti, non vi sarà soltanto un solo indicatore ma piùindicatori calcolati sulla base di criteri specifici. Gli Isee previsti per ilprossimo anno sono: l’Isee ordinario,ovvero quello che prevede il calcolo per le prestazioni sociali agevolate; L’Isee Università, valido per usufruiredelle prestazioni per il diritto allo studio universitario; l’Isee Socio Sanitario che, invece serviràper poter accedere alle prestazioni di tipo socio sanitarie; l’Isee corrente, che permette dicalcolare l’indicatore in un periodo vicino all’erogazione della prestazione, senei 18 mesi prima della richiesta sia pervenuta una variazione della posizionelavorativa di un componente del nucleo familiare; infine, sarà disponibile unmodello riservato per i minorenni che hanno genitori non più coniugati, ovvero l’Isee minorenni con genitori non coniugatitra loro e non conviventi.

Quindi, sono sei i nuovi modelli Isee messi adisposizione dall’Inps da utilizzare in base alla prestazione della quale siintende usufruire.

Gli elementi indispensabili sulla quale si baserà ilcalcolo, saranno la composizione del nucleo familiare, l’indicatore della situazionepatrimoniale data dal valore mobiliare e immobiliare di ciascun componente macon delle ulteriori novità.

Infatti, verranno prese in considerazione ciascunvalore degli immobili, il patrimonio estero, i depositi bancari, la franchigiainerente al patrimonio mobiliare e il trattamento dell’abitazione principale. Ilcalcolo si baserà anche sull’indicatore della situazione reddituale data dallasomma dei redditi di tutto il nucleo familiare.

Come specificato dalla circolare dell’Inps, inoltre, icontrolli automatici da parte delle autorità saranno rafforzati da parte delleautorità su eventuali difformità ed omissioni. Come già tanti sanno, il modelloIsee, deve essere corredato con l’apposita dichiarazione sostitutiva unica,nella quale dovranno essere indicate i componenti del nucleo familiare, ilreddito complessivo di ciascun componente, l’eventuale condizione di disabilitàdi uno o più membri della famiglia, i trattamenti assistenziali e previdenzialierogati, il canone annuo di locazione, il patrimonio mobiliare e immobiliare,gli autoveicoli posseduti e i motoveicoli con una cilindrata ai 500 cc.