Le indiscrezioni di ieri, hanno trovato conferma nell'intera seduta borsistica americana ein alcunetestate d'oltreoceano.Se già non poteva passare inosservata la prestazione messa in atto dall'azienda di microblogging nella giornata di lunedì 13 giugno sui mercati americani dove è quotata (NYSE:TWTR), il rialzo della giornata borsistica appena conclusasi ha confermato che qualcosa si sta muovendo.

Twitter ha chiuso la seduta a 15,36$ con un rialzo del 5,57% e sui massimi di giornata dopo un minimo relativo a 14,8$.Non appare di poca evidenza ricordare come il titolo avesse chiuso la giornata di venerdì a 14,02$ e che in soli due giorni si è apprezzato di oltre il 9%nonostante una forte sofferenza dei mercati europei e americani a causa dell'incertezza del referendum del prossimo 23 giugno 2016 (Brexit o Bremain?).

Come ben noto agli operatori di mercato alla speculazione non si comanda, anche se, come da noi anticipatovi nella giornata di ieri, i motivi di questo recupero da parte di un'azienda che nell'ultimo anno era in preda ad un calo irrefrenabile,potrebbe esserericercato altrove.

L'ipotesi Google

Ad Alphabet Inc (quotata sul NASDAQ con l'acronimo GOOGL) - conosciuta più comunemente come Google - nella giornata di ieri è stato, infatti,attribuito unpossibile interesse nei confronti di Twitter.

Dopo il rialzo posto in essere nella giornata di lunedì da Linkedin (NYSE:LNKD) che a seguito della proposta di acquisto da parte di Microsoft è passata da 131$ a circa 196$ (ieri ha chiuso a 191,63$), il mercato era alla ricerca di una nuova possibile preda.

Alla luce dei volumi inusuali di lunedì 13 posti in essere da Twitter, ancor prima dell'apertura della borsa americana nella giornata di ieri vi avevamo invitato a guardare con attenzione l'azienda di Jack Dorsey e i suoi movimenti sul mercato.

Nel pomeriggio di ieri - ricordiamo che la borsa americana apre le normali contrattazioni dalle 15.30 alle 22.00 ore Italiane - molte ipotesi sono state scritte a giustificazione dell'inusuale conferma del trendche Twitter stava ponendo in essere.Tra le più affascinanti e meritevoli di attenzione, vi è quella del possibile interesse da parte di Google.

Gli operatori di mercato nel corso degli ultimi 12 mesi hanno dovuto prendere attoche Twitter nonsembra averela forza - contrariamente a Facebook - di proseguire come società indipendente.La base di nuovi utenti non cresce in maniera significativa e il titolo è passato da 38,82$ (massimo nelle ultime 52 settimane) agli attuali 15,36$.

Google, dopo l'insuccesso di Google Plus di rappresentare una vera alternativa all'azienda di Mark Zuckerberg, potrebbe d'altro canto essere molto attratta dall'acquisire quel patrimonio di circa 300 milioni di utenti che l'azienda di microblogging porterebbe in dote.

Fino ad oggi Jack Dorsey si è sempre mostrato poco disponibile a cedere la sua creazione, ma la forte svalutazione del titolo potrebbe questa volta convincerlo a prendere in considerazione una cessione che possa premiare gli azionisti.

Alcune osservazioni

Ancora una volta si ritiene importante segnalare il rischio che ogni investimento può portare. Il presente articolo non vuole essere in alcun modo un invito ad aprire nuove posizioni sul titolo. Si consiglia quindi attenzione e prudenza, perché in unmare di squali il pesce piccolo difficilmente sopravvive. A volte però è importante capire in quale direzione sembra andare la corrente. La giornata di oggi, ci offrirà senza dubbio ulteriori elementi di analisi.

Segui la pagina Google
Segui
Segui la pagina Tecnologia
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!