Tra qualche anno potremmo essere  costretti a dire addio alla carta di credito, bancomat e tutte quelle carte utilizzate per qualsiasi transazione economica elettronica.

Il futuro del nostro conto corrente sarà sotto la nostra pelle, ovvero basterà un microchip da inserire nel nostro pollice per eseguire facilmente delle transazioni economiche. Questa l'ultima invenzione del bio hacker australiano Meow-Ludo Meow Meow, un chip (denominato Meow) molto più efficace, potente ed evoluto dei normali Rfid in uso nelle normali carte tradizionali.

Le sperimentazioni sono giunte al termine ed hanno dato esiti positivi, ed ora si cercano dei partner che finanzino il commercio di questa nuova tecnologia futuristica.

Meow-Ludo Meow Meow: l'obiettivo è convincere MasterCard a utilizzare il chip

Non fa giri di parole l'inventore del chip sottocutaneo Meow e dichiara subito che il suo obiettivo e arrivare a collaborare con i sistemi di pagamento elettronici Paypass - MasterCard avendo cosi un accordo che gli permetterebbe di utilizzare il suo sistema nella quasi totalità dell'Australia all'inizio, per poi espandersi nel resto del mondo arrivando a diventare l'unico mezzo utilizzato per ogni qualsiasi transazione economica arrivando ad eliminare anche l'obsoleto contante cartaceo.

Prima di arrivare a tutto questo, comunque l'inventore del chip  Meow dovrà prima convincere la Commonwealth Bank e Opal a finanziare il suo progetto e solo dopo potrà pensare in grande ai suoi progetti.

Il futuro del mondo passa dalla tecnologia e dalle nuove soluzioni per semplificare la vita

Il bio hacker Meow-Ludo Meow Meow, colui che potrebbe mandare in pensione la carta di credito, non è l'unico uomo che lavora per cambiare il mondo in cui viviamo.

I migliori video del giorno

Molti altri tra inventori, scienziati, ingegneri, società tecnologiche ogni giorno si danno da fare per trovare soluzioni che possano semplificare e migliorare la qualità della nostra vita.

Un esempio è la Cyborg Nest, una società futuristica specializzata nel creare sensi artificiali, cioè dei dispositivi che ampliano e migliorano le capacità dell'uomo una volta che essi vengono applicato nel corpo ospitante.