Il bonus di 500 euro per tutti i giovani nati nel 1998 diventa realtà: la Presidenza del Consiglio dei Ministri e il Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo hanno finalmente approvato questa iniziativa, che mira a rendere i giovani d'oggi più attenti nei confronti della cultura e dell'Arte in genere. Il bonus è destinato a tutti i cittadini che compiranno (o hanno già compiuto) 18 anni nel 2016.Di seguito verrà spiegato come fare per ottenerlo ed utilizzarlo.

Come ottenere il bonus?

Per avere diritto al bonus di 500 euro occorre innanzitutto creare una propria identitàdigitale, meglio conosciuta come SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale): per farlo basterà rivolgersi a uno dei provider abilitati (InfoCert, Poste Italiane, Sielte e TIM), e fornire le proprie informazioni, come indirizzo mail, numero di telefono, carta d'identità e tessera sanitaria con il proprio codice fiscale.

In questo modo ogni utente otterrà un proprio ID che servirà ad accedere all'applicazione web destinata al bonus, conosciuta con il nome di 18app. Per ottenere l'incentivo occorre effettuare la registrazione sull'applicazione entro il 31 gennaio 2017.

Come spendere il bonus?

Dopo aver effettuato l'accesso all'applicazione 18app, ogni utente avrà diritto al bonus di importo pari a 500€ che potrà essere speso entro il 31 dicembre 2017. Questa somma di denaro non è a completa disponibilità dell'utente: proprio perché viene chiamato bonus cultura, i 18enni italiani dovranno spenderlo solo ed esclusivamente per eventi quali musei, cinema, concerti, eventi culturali, visita di monumenti e parchi, spettacoli di teatro e danza, o per l'acquisto di libri.

Su 18app ogni utente può creare il buono dell'importo pari all'evento o al libro da acquistare: una volta speso, l'ammontare del buono stesso verrà scalato dal bonus che gli è stato riconosciuto.

Dove è possibile utilizzare i buoni?

Sul sito 18app è possibile conoscere gli esercenti sia fisici che online che aderiscono all'iniziativa: per quelli fisici è opportuno inserire la propria città o comune di residenza per effettuare una ricerca più approfondita, mentre per quelli online tutto ciò non è necessario.

Ricordiamo che all'iniziativa hanno aderito, per quanto riguarda l'acquisto di libri, sia Amazon che la Mondadori.

Naturalmente i giovani si dicono entusiasti dell'iniziativa, e si spera che produca gli effetti sperati.

Segui la nostra pagina Facebook!