Misure anticrisi in arrivo dal decreto legge visionato dall'Agi (Agenzia Giornalistica Italia) ed approvato ieri dal Consiglio dei Ministri. La nuova legge prevede la sospensione del pagamento delle utenze di luce, acqua, gas e tassa sui rifiuti per due mesi, in aggiunta allo stop sul pagamento delle assicurazioni fino al 30 aprile e a quello delle rate dei mutui agevolati e delle cartelle esattoriali per 12 mesi all'interno delle zone in quarantena. La norma si occuperà in via successiva anche della rateizzazione delle fatture e degli avvisi di pagamento.

Il nuovo decreto aggiunge il blocco delle "pratiche commerciali scorrette" che approfittano di "situazioni di allarme sociale": non sarà più consentita la vendita di prodotti legati alla Salute pubblica, come mascherine e disinfettanti, per una somma superiore al triplo del prezzo di listino. Questo, dichiara l'Agenzia, al fine di preservare la sicurezza dei consumatori in tempi di Coronavirus.

Riccardo Fraccaro: 'Noi abbiamo già introdotto le norme a favore del mondo produttivo'

Il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Riccardo Fraccaro annuncia fiero che mentre in altri Paesi Europei si sta iniziando ora a far fronte all'epidemia, l'Italia mira allo start-up della propria economia e "i territori interessati possono ripartire e con essi anche l'Italia".

Rifinanziato a tal fine il fondo di garanzia del 2020 per le piccole e medie imprese per oltre 50 milioni di euro, in modo tale da far fronte ai maggiori oneri che le aziende hanno sostenuto da inizio anno per l'emergenza coronavirus. Potranno accedere a questo capitale anche le imprese non ubicate nei focolai dell'epidemia: quelle situate nelle zone adiacenti o quelle relative ad una "filiera particolarmente colpita".

A questo provvedimento si aggiunge la norma "salva-stipendio" per coloro che lavorano nelle pubbliche amministrazioni: per i periodi di assenza da lavoro dovuti al Covid-19, non verrà applicata la "decurtazione del trattamento accessorio" (la trattenuta per assenza di malattia per un periodo fino a dieci giorni).

Nuove misure anche per la scuola e per il turismo

Nel decreto è stata inserita la norma "salva anno scolastico": si allunga ovvero il limite dei 200 giorni per il superamento dell'anno didattico.

In tal modo anche se i giorni obbligatori per la chiusura degli istituti scolastici dovessero prorogarsi, gli alunni residenti nelle "zone rosse" non verranno bocciati.

Nel testo di legge c'è anche una misura a favore del turismo a livello nazionale che prevede lo stop del pagamento dei tributi previdenziali e delle ritenute fiscali. "L'Italia resterà un grande attrattore del turismo per sempre e credo che ci sarà un ritorno molto veloce del turismo interno", assicura il Ministro Dario Franceschini, insieme alla proposta basilare di collaborare tutti insieme affinché l'Italia non perda il suo primato nel settore turistico.

Segui la nostra pagina Facebook!