Grande successo di adesione per il sistema Cashback e grandi numeri per l'app Io. Quello che ne è venuto fuori è che si sia registrato qualche rallentamento nell'attivazione del servizio per alcuni utenti con le carte di credito.

Gli acquisti fatti dall'8 dicembre al 31 dicembre potranno garantire un rimborso fino 150 euro a tutti coloro che aderiranno, a patto che scelgano di non utilizzare i contanti. Una scelta finalizzata è favorire i pagamenti elettronici e contrastare il fenomeno dell'evasione. Una sperimentazione di un mese, in attesa che nel 2021 il protocollo sia esteso a tutto l'anno e prevedrà persino premi come il Supercashback in base a graduatorie nazionali per i cittadini più votati al pagamento con sistemi tracciabili.

Nel frattempo alcune società, come Poste Italiane, hanno creato dei canali alternativi di adesione al programma, rendendo non necessario lo Spid.

Cashback: cosa è e come funziona

Chi paga con carta, bancomat o app riceve un rimborso fino a 150 euro per il mese di dicembre. Questa cirfa corrisponde al tetto massimo della spesa per la quale si può avere il vantaggio: ossia 1500 euro. Per beneficiarne il primo passaggio è scaricare l'app Io e registrarsi con il proprio Spid. Per chi non lo avesse, sono diversi i servizi, anche on line, che permettono di ottenerla.

All'interno dellapp ci sarà una sezione Portafoglio, entro cui andranno registrate le carte o i metodi di pagamento cashless che si andranno ad utilizzare per aderire al programma . A margine di queste operazioni dovrà essere indicato l'Iban su cui dovrà essere accreditato il rimborso.

Una volta completati i passaggi sarà sufficiente cliccare sul pulsante "Attiva il cashback".

Categorie merceologiche cashback

A quel punto sarà sufficiente fare le proprie spese senza utilizzare i contanti per accumulare un rimborso di massimo 150 euro. Gli esborsi in questione possono essere fatti in bar, ristoranti, negozi, supermercati. Ma anche per saldare la prestazione erogata da professionisti o per i farmaci.

Rimangono al di fuori dal programma Cashback gli acquisti fatti online.

Cashback e app Io: perchè non si vedono subito le spese?

Affinché si vedano rimborsi sarà necessario che passi qualche giorno. A quel punto sarà possibile andare a visionare lo storico degli acquisti. Tra l'altro si avrà anche accesso alla classifica nazione del Supercashback nazionale, quando questo concorso sarà attivo.

Cashback: quando avverà il rimborso?

Tuttavia, questa è la fase sperimentale per il mese di dicembre.

Per cui prima di andare a valutare le regole relative al 2021, è meglio soffermarsi a quelle relative al mese in corso.

Per poter arrivare al rimborso occorre fare almeno 10 transazioni tra l'8 ed il 31 dicembre. Non c'è un limite minimo di spesa, ma un numero minimo di transazioni. Il rimborso previsto è del 10%, ma ci sono due massimali da tenere in conto: la percentuale viene calcolata fino a massimo 150 euro, dunque si può avere 15 euro da una singola fattura o scontrino.

L'App Io, al momento, ha ricevuto milioni di download. Diversi utenti stanno rilevando dei malfunzionamenti con alcune carta di credito. Secondo quanto sta emergendo, le criticità deriverebbero da un servizio esterno che si occupa di far interfacciare il sistema con i circuiti internazionali di pagamento e avrebbe patito la grande affluenza.

Alcune società come Poste Italiane hanno predisposto un sistema alternativo all'App Io e alla registrazione e tramite Spid. Sfruttando, infatti, le app PostePay e BancoPosta con pochi passaggi sarà possibile aderire al programma Cashback. A Poste si aggiungo altri servizi come Yap, Nexi Pay, Satispay, Hype,

Segui la pagina Tasse
Segui
Segui la pagina Affari E Finanza
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!