In una recente intervista al Sunday Telegraph, l'ex sindaco di Londra Boris Johnson, conservatore e a favore dell'uscita del Regno Unito dalla moneta unica, ha dichiarato che l'Unione Europea sta tentando di creare un super potere paragonabile solo a quello agognato da Hitler, soprattutto in termini di "accentramento dell'autorità". E ha continuato: "Grazie al fallimento dell'UE, l'economia greca è crollata e quella italiana rischia di fare lo stesso".

Tutti conosciamo le conseguenze che l'introduzione dell'Euro ha portato nelle nostre vite; sembra superfluo elencarle.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Lega Nord

"L'industria italiana è stata letteralmente distrutta dall'Euro", afferma Johnson. La moneta unica è diventata un mezzo per affermare la superiorità della Germania sull' eurozona

L'Europa come una grande dittatura

Secondo l'ex sindaco londinese, negli ultimi due secoli ci sono stati diversi tentativi di unificare l'Europa sotto un unico potere centrale.

Ciò è paragonabile solo alle grandi dittature come quella di Adolf Hitler o alle battaglie di Napoleone Bonaparte.

Johnson sostiene la "Leave Campaign", favorevole all'uscita del Regno Unito dall'unione Europea. A sei mesi dal Brexit, il referendum che potrebbe vedere il Regno Unito uscire dall'UE con grosse conseguenze sull'economia degli altri Stati membri, una dichiarazione del genere è volutamente scottante e sta già facendo il giro delle testate europee. Ma la vera ragione delle accuse di Johnson potrebbe essere un'altra, vale a dire, influenzare i cittadini che andranno a votare, persuadendoli che un'idea di Europa unita è utopistica e non riuscirà mai a convogliare tutti in un'unica visione. Anzi, da quando l'UE è nata, gli attriti tra gli Stati membri, secondo Johnson, sarebbero addirittura aumentati.

I migliori video del giorno

I sostenitori della "Remain campaign" si oppongono all'uscita del Paese dall'unione Europea. Secondo il leader David Cameron, "rimanere nell'UE è necessario per la sicurezza economica".

Boris Johnson parla della perdita di democrazia che vede protagonisti gli Stati europei e dei valori del vecchio continente che ormai si sarebbero persi. Ma, alla luce della corsa al potere (anche) della sua nazione, insieme alle altre superpotenze occidentali, corsa al potere che non ha risparmiato negli ultimi tempi i Paesi più poveri in termini di arricchimento sfrenato e appannaggio di pochi, sembrerebbe che le sue motivazioni siano in ritardo di qualche decennio.