Giallo sulla presenza del magnate George Soros a Roma. Il miliardario americano, di origine ebree, è stato visto a Palazzo Chigi. Presidente del Soros Fund Management e fondatore di Quantum Fund, Soros avrebbe incontrato il premier italiano Paolo Gentiloni per discutere su possibili finanziamenti dei progetti di integrazione degli immigrati che sbarcano in Europa. Soros è molto impegnato sul tema e ha collaborato economicamente per sostenere diverse ong che soccorrono i migranti in Grecia. Secondo il leader della Lega Nord, Soros vuole una “Italia meticcia”. Alcuni esponenti di Forza Italia hanno voluto un’interrogazione parlamentare sul perché Soros era a Palazzo Chigi, di cosa ha parlato con i membri del governo e quali sono le sue intenzioni nel Paese.

Forse quello con Soros è il primo incontro di una serie. Il governo italiano sta cercando sostegno da parte di alcuni investitori per contenere l’ondata migratoria. Il premier Gentiloni ha già parlato con il nuovo presidente francese, Emmanuel Macron, sulla necessità di unire sforzi per cercare soluzioni al fenomeno dell’immigrazione. L’Italia è uno dei Paesi più colpiti ed è rimasto solo ad affrontare il problema. Non è detta però che Soros era in Italia per parlare del fenomeno di immigrazione.