2

Arrivano da parte di tutti i leader mondiali messaggi di solidarietà in seguito al nuovo attacco avvenuto a Londra [VIDEO]. La Francia, con un messaggio su Twitter da parte del presidente Emmanuel Macron, esprime vicinanza alle vittime e alle loro famiglie di fronte a questa nuova tragedia che ha colpito il Regno Unito. Un portavoce del governo parigino ha dato la notizia che tra i feriti ci sono anche due francesi.

Sostegno e solidarietà

La cancelliera Angela Merkel, dopo aver saputo dell'attentato che ha colpito Londra, ha espresso tristezza e sgomento. La Germania è con fermezza e determinazione al fianco della Gran Bretagna, ha aggiunto, rinnovando l'impegno comune nella lotta contro ogni forma di #terrorismo.

Molto dura, invece, la condanna del nostro capo dello Stato, Sergio Mattarella, per l'attentato nella capitale britannica. Nel suo messaggio si parla di cordoglio, sdegno e una ferma condanna contro il volto vile del terrorismo che ancora una volta ha colpito #londra. Mattarella ha rinnovato l'impegno di essere al fianco del Regno Unito contro quelli che cercano di stravolgere la nostra convivenza civile.

Anche il nostro premier Paolo Gentiloni affida a Twitter il suo messaggio ed esprime solidarietà al governo britannico, ribadendo anche lui l'impegno comune, da parte del nostro Paese, contro la piaga del terrorismo che affligge l'intera Europa da anni. Sulla stessa linea sono anche il presidente del Consiglio Europeo, Donald Tusk e il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani.

Frequenza attacchi impressionante

La frequenza di questi attacchi è impressionante, ventinove attacchi in 29 mesi.

I migliori video del giorno

Tutti gli attentati che, dopo l'ultimo di questa notte nel cuore di Londra, vengono ricordati in un'immagine che sta circolando sui social network. Ad iniziare il tutto fu quello di Parigi, nel gennaio del 2015, quando un commando armato composto dai fratelli Sharif e Said Kouachi fece irruzione nella redazione della rivista 'Charlie Hebdo' provocando la morte di 12 persone.

Anche l'efferatezza degli attentati è sempre massima, secondo i primi report ancora frammentari un furgone avrebbe colpito alcuni passanti sul London Bridge nel centro di Londra. E ci sarebbe anche un secondo attacco compiuto da persone armate di coltelli lunghi ben 30 centimetri, avvenuto in un grande mercato coperto chiamato Borough Market. Sarebbero tre gli aggressori, armati di coltelli, e secondo quanto detto in questi minuti da Mark Rowley, capo della polizia anti-terrorismo, sono stati tutti uccisi. La polizia londinese, intervenuta sui luoghi incriminati, ha confermato la presenza di vittime.