Il Governo mette ha disposizione dei contribuenti diverse tipologie di sussidio di disoccupazione. Coloro che hanno perso il proprio lavoro hanno la possibilità di richiedere aiuto all'Inps anche per questo 2016. Tra le indennità ai disoccupati troviamo Naspi e Asdi, vediamo insieme i dettagli su requisiti, duratae come inviare la richiesta per uno e per l'altro in relazione alla propria posizione lavorativa, con particolare attenzione anche alle novità di questi ultimi mesi nelle modalità di richiesta e di fruizione delle indennità.

Naspi 2016: aumenta la durata e novità tra i beneficiari

Viene confermata anche per quest'anno la Naspi, il sussidio di disoccupazione introdotto con il Jobs Act.

La normativa rimane pressoché identica al 2015, ma come previsto dalla circolare Inps dello scorso 27 novembre, entrano in vigore alcune novità per quanto concerne durata e importo. L'istituto di previdenza sociale fa sapere che non vi sarà alcuna riduzione a partire dal 2017, diversamente da quanto riportato in precedenza. Anziché scendere a 78 settimane, l'assegno rimarrà fino a un massimo di 2 anni. Alcune modifiche sono state apportate anche in merito ai lavoratori stagionali, i quali hanno modo di usufruire di una Naspi "allungata", ma solamente per quanto riguarda gli eventi che hanno portato alla perdita del lavoro entro il 31 dicembre scorso. Altra novità interessa i lavoratori domestici, che devono possedere un requisito di almeno 5 settimane lavorate anziché i 30 giorni come in precedenza.

Prima di passare a vedere i dettagli dell'Asdi ricapitoliamo a chi spetta la Naspi.

La prestazione economica è erogata a favore di quei lavoratori che hanno perso il proprio impiego involontariamente a partire dal 1 maggio scorso. Tra questi anche apprendisti, dipendenti della PA a tempo determinato, personale artistico e soci di cooperative.

Per potere richiedere l'assegno all'Inps è necessario essere in uno stato di disoccupazione involontario e possedere un requisito sia contributivo che lavorativo. Nel primo caso si necessita di almeno 13 settimane nel quadriennio antecedente la disoccupazione, mentre nel secondo caso è necessario disporre di almeno 30 giorni di effettivo lavoro nell'ultimo anno.

La domanda va presentata in modalità telematica all'Inps.

Asdi 2016: beneficiari, requisiti e durata

Un recente decreto del Ministero ha introdotto un nuovo ammortizzatore sociale per i disoccupati. Si tratta dell'Asdi, un sussidio rivolto a coloro che in precedenza hanno potuto usufruire della Naspi e si trovano ancora senza un impiego. L'aiuto economico può essere richiesto all'Inps dall'11 gennaio. I requisiti per presentare la domanda sono avere un'età di almeno 55 anni, senza aver maturato i requisiti pensionistici, ed avere un Isee inferiore ai 5.000€. La durata massima è di un semestre con l'importo che è pari al 75% del'ultimo assegno Naspi percepito. In ogni caso non può essere maggiore di 448,52€, ma per chi ha figli a carico ci sono dei bonus aggiuntivi fino a un massimo di 163,30€.

Continuate a seguirmi per quanto riguarda altri benefici statali e dell'Inps.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!