Non è partito nel migliore dei modi, a livello comunicativo, il nuovo Governo Renzi. L'Esecutivo ha infatti smentito le dichiarazioni del sottosegretario Delrio in merito ad un possibile inasprimento della tassazione sui Bot.

Aumento tasse Bot? Consumatori sul piede di guerra



I Consumatori sono fortemente contrari a nuove tasse sul risparmio degli italiani specie se si considera che si va a mettere le mani sui risparmi di una vita dei cittadini che vedono nei Bot come nei Btp un investimento sicuro e tranquillo, senza sorprese. Per questo Adubef e Federconsumatori, rivolgendosi al nuovo Governo, auspicano che la materia relativa alla tassazione sui risparmi venga trattata non solo con la massima attenzione, ma anche con grande sensibilità.

I risparmi della nonna per superare la crisi



Questo perché, giusto per fare un esempio, i 100 mila euro della nonna investiti in Bot, dopo aver risparmiato per anni ed anni, spesso servono per aiutare i figli ed i nipoti che nel frattempo, a causa della crisi, hanno perso il posto di lavoro.

Codacons: giù le mani dai Bot, aumentare prelievo agli speculatori



Sulla stessa lunghezza d'onda troviamo anche il Codacons che è contrario ad ogni aumento del prelievo fiscale sui Bot quando invece andrebbero innalzate, dall'attuale 20% al 27%, le tasse sulle rendite finanziarie con particolare riferimento ai guadagni di Borsa. D'altronde perché chi lavora deve pagare in Italia più tasse rispetto a coloro che 'giocano' a Piazza Affari? E voi, che ne pensate? #Matteo Renzi #Titoli di Stato