C'è un'ampia variabilità di costi, da una banca all'altra, per quel che riguarda un conto corrente con le stesse caratteristiche.



Stesso conto corrente, costi diversi da banca a banca



A metterlo in evidenza è il CTCU, Centro Tutela Consumatori Utenti, nel precisare come lo stesso conto corrente possa costare un minimo di zero euro in una banca, e fino a 300 euro l'anno ed oltre presso un altro istituto di credito.



Conto corrente, occhio all'estratto conto di fine anno



I correntisti tra l'altro hanno già acquisito, online o in modalità cartacea, l'estratto conto di fine anno che il cliente deve controllare attentamente dal lato dei costi anche al fine di valutare se sia il caso di optare per un prodotto più conveniente presso la stessa banca o recandosi presso altri istituti di credito.





Estratto conto corrente, le spese da tenere sotto controllo



Per il controllo dell'estratto conto di fine anno sono quattro le categorie di spese da monitorare in accordo con quanto raccomanda il CTCU. Si parte dall'imposta di bollo per poi passare alle spese di gestione. Ed ancora i costi per i servizi di pagamento e le spese che la banca ha addebitato per i fidi o per casi in cui sul conto corrente si sia verificato uno sconfinamento.

Conto corrente bancario, si cambia?



Nel caso in cui le spese annue, come rilevato dall'estratto conto 2013, siano eccessive rispetto alla media di mercato, ed il cliente decida di cambiare banca, il CTCU - Centro Tutela Consumatori Utenti - ricorda che per la chiusura del conto non sono previste spese di estinzione.

#conto corrente on line