In scadenza i termini per i modelli per le graduatorie d'istituto 2014, ecco come inviare la domanda per iscriversi e come richiedere correzioni e modifiche sui modelli già inviati per l'aggiornamento delle graduatorie Scuola del 2014 per la seconda e terza fascia.

Graduatorie di istituto 2014, come iscriversi

Per iscriversi, ovvero per presentare la domande per l'aggiornamento delle graduatorie di istituto 2014, occorre inviare i modelli A1, A2, A2 Bis in un plico alla scuola che è stata designata come capofila, attraverso una raccomandata, attraverso PEC, Posta Elettronica Certificata, oppure a mano, direttamente presso la scuola.

La scadenza per l'iscrizione con presentazione delle domande per le graduatorie di istituto 2014 è fissata al 23 giugno 2014 (oggi è pertanto l'ultimo giorno utile). Attenzione poiché oggi le scuole in cui si svolgono esami di stato non ricevono; è tuttavia possibile inviare comunque la documentazione per altra via, ad esempio tramite PEC.

In attesa che il modello B sia reso disponibile, dopo aver presentato i modelli per l'iscrizione all'aggiornamento delle graduatorie della scuola ci si può intanto registrare su Istanze On Line. Al momento secondo indiscrezioni il modello B da compilare potrebbe essere reso disponibile on line il 3 luglio, ma si attendono ovviamente notizie ufficiali.

Scuola, graduatorie di istituto 2014, correzioni e modifiche: come richiederle e a chi

Se per la propria domanda per l'aggiornamento delle graduatorie di istituto si vogliono richiedere correzioni o modifiche si può, anzitutto, telefonare o contattare in altro modo la segreteria della scuola per richiedere i cambiamenti richiesti nella domanda oppure inviare un nuovo modello che sostituisca il precedente (è bene che risulti chiaro che si tratta di nuovi modelli che invalidano e sostituiscono i precedenti, di modo che la relativa segreteria non incappi in errori).

I migliori video del giorno

È ovviamente consigliabile, prima dell'invio delle richieste di rettifica sulle domande per le graduatorie di istituto, ristudiare per bene tutte le informazioni del caso, compresi gli ultimi chiarimenti del MIUR diffusi la scorsa settimana.