Fino al prossimo 31 luglio si terranno i test preliminari del TFA 2014, che determineranno chi potrà accedere ai successivi corsi. Purtroppo, come già successo nel caso dei test di accesso alla facoltà di Medicina, le segnalazioni dimostrano il forte limite dei test: errori e irregolarità. Solo che in questo caso il numero di segnalazioni è davvero impressionante e riguardano moltissime classi e moltissime sedi. In una di queste una candidata ha usato l'espressione 'è davvero questa l'Italia?'. Per quale motivo? Cosa è successo?

Test preliminare TFA 2014: scuola italiana senza speranza?

La segnalazione di cui parliamo è stata indirizzata al Corriere della Sera.

Pubblicità

L'autrice nella sua lettera al Direttore, parla del test a cui ha partecipato, tenutosi al Gentileschi di Milano per le classi di concorso A043 e A050. L'aspirante tieffina si definisce 'sgomenta' e riferisce le seguenti irregolarità:

  • una delle buste del test è stata aperta prima del tempo per poi essere riconsegnata al legittimo proprietario con un debole rimprovero;
  • diversi candidati hanno chiacchierato nel corso della prova e si sono organizzati in team di lavoro, per essere ripresi con qualche lieve ammonizione;
  • altri candidati hanno corretto le risposte alla fine della prova, dopo essersi consultati tra loro o aver controllato sul cellulare;
  • la commissione, sebbene conscia delle infrazioni commesse, non ha fatto nulla per impedire tutto ciò.

È facile capire lo stato d'animo di un candidato corretto, che vede attorno a se comportamenti che potrebbero compromettere ingiustamente il risultato finale...

Test preliminare TFA 2014: i futuri insegnanti italiani chi sono?

Da qui la domanda iniziale 'È davvero questa l'Italia?'. Voi cosa ne pensate? Può un test circondato da errori e irregolarità essere lo strumento giusto per decidere chi saranno i docenti di domani? Cosa insegneranno queste persone ai loro alunni? Che per andare avanti devono essere furbetti? O saranno tanto ipocriti da fare la morale? Il problema naturalmente è doppio: scorretti i candidati e menefreghista la commissione che dovrebbe vigilare sull'andamento del test.

Pubblicità

Forse siamo davvero senza speranza... forse.