Il dibattito su Pensioni e previdenza non accenna ad arrestarsi anche se le ultime dichiarazioni rilasciate dal ministro Poletti aprono a molteplici scenari: fino a qualche giorno fa, lo stesso ministro ma anche Padoan e Renzi concordavano sul fatto che nella prossima Legge di Stabilità sarebbero stati inseriti importanti interventi connessi a pensione anticipata 2014 Inps e previdenza in genere, ma 48 ore fa Poletti si è esibito in alcune dichiarazioni che hanno rimescolato le carte in tavola gettando pesanti ombre sulle prossime mosse che attuerà l’esecutivo.

Nel corso di questo contributo cercheremo allora di capire quale sia l’attuale configurazione della pensione anticipata 2014 INPS (esplicitando requisiti e modalità di calcolo) e faremo il punto su quanto il governo Renzi potrebbe fare (o potrebbe non fare) all’interno della Legge di Stabilità che andrà approvata, lo ricordiamo, prima di metà ottobre.

Pensione anticipata 2014 INPS, requisiti e calcolo

Come accennato in apertura, riassumiamo brevemente requisiti e tecniche di calcolo connesse alla pensione anticipata 2014 INPS: partendo dai primi, agli uomini sono richiesti 42 anni e 6 mesi di contributi mentre le donne necessitano di 41 anni e 6 mesi. Per effetto della riforma Fornero-Monti è stato però introdotto un meccanismo di adeguamento periodico agli andamenti demografici, ciò significa che nel triennio 2016-2018 saranno necessari 42 anni e 10 mesi agli uomini e 41 anni e 10 mesi alle donne. Sin qui i requisiti INPS, ma come calcolare il computo della pensione anticipata 2014 spettante in concreto? In pochi sanno che esistono dei pratici calcolatori online che possono essere impiegati per questo scopo, software dall’utilizzo elementare che vanno attivati dopo aver inserito alcune semplici informazioni (età, sesso, settore lavorativo di impiego, anni di contribuzione maturati ecc…); su tutti citiamo i calcolatori de Il Sole 24 Ore e quelli messi a disposizione sui portali Irpef. Info, Mio Job, Qui Finanza, Giornata Nazionale della Previdenza e Repubblica.  

Pensione anticipata 2014 INPS: Poletti e Renzi dovrebbero riscrivere l’istituto all’interno della Legge di Stabilità

Come accennato in apertura, l’istituto della pensione anticipata 2014 INPS dovrebbe essere riscritto dalle manovre che Poletti e Renzi renderanno effettive all’interno della prossima Legge di Stabilità. Le affermazioni esibite dal ministro appena 48 ore fa impongono comunque l’uso del condizionale: ‘Non ci sarà nessun intervento sulle pensioni nella Legge di Stabilità. Non è quello che ho detto in passato? In linea di principio, senza far riferimento ad alcun progetto, avevo solo detto una cosa - ha dichiarato Poletti parlando di pensione anticipata 2014 INPS e previdenza - che credo normale, che possa cioè esserci un atto di solidarietà nel sistema previdenziale, che bisognerebbe trovare un modo per gestire insieme equità e crescita’. In molti hanno etichettato queste dichiarazioni come un semplice modo di alleggerire la pressione in vista di una Legge di Stabilità che dovrà per forza di cose riscrivere il comparto previdenziale del nostro paese; la riforma Fornero ha dimostrato di non funzionare ed urge, come dichiarato dagli stessi Poletti e Padoan in passato, creare un sistema che risulti più flessibile e meno rigido, in caso contrario il tessuto pensionistico rischierà il collasso. E Voi che cosa pensate? Credete che Poletti abbia solo voluto svelenire il clima o ritenete che il governo Renzi si esibirà nell’ennesimo dietrofront? Dateci un parere commentando l’articolo qui sotto!



Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!