"Una piazza bella, importante, che dice no ad alcune proposte del governo. Ci confronteremo, ascolteremo, poi andremo avanti, non si può pensare che una piazza blocchi un Paese", così il premier Matteo Renzi ha commentato la manifestazione nazionale della Cgil a Roma contro la riforma del lavoro (Jobs act) e per la riforma Pensioni 2014 alla quale ha partecipato anche la minoranza del Partito democratico mentre a Firenze è in corso la Leopolda renziana.

A parlare di riforme, lavoro, pensioni, pubblica amministrazione oggi alla Leopolda di Firenze anche le ministre Maria Elena Boschi e Marianna Madia, entrambe del Partito democratico dove restano le divisioni su riforma del lavoro, contratto a tutele crescenti, articolo 18 dello Statuto dei lavoratori e sulle modifiche da apportare alla riforma pensioni del Governo Monti che porta la firma dell'ex ministro Elsa Fornero che ha innalzato l'età pensionabile escludendo la possibilità della pensione anticipata se non in cambio di significative penalizzazioni, come per esempio per i lavoratori precoci e quelli sottoposti a lavori usuranti.

Riforme lavoro e pensioni, Cgil in piazza, la Boschi 'regina' della Leopolda: 'Rispondiamo con lavoro serio'

"La manifestazione della Cgil - ha detto il ministro per le Riforme e i Rapporti con il Parlamento Maria Elena Boschi vera 'regina' della Leopolda di Firenze - è andata bene, si è svolta in un clima pacifico e sereno. Noi - ha aggiunto la ministra del Partito democratico rispondendo ai cronisti a margine della Leopolda di Renzi dove sta coordinando un tavolo sulle riforme - abbiamo grande rispetto per le manifestazioni e rispondiamo - ha aggiunto l'esponente del Governo Renzi - con un lavoro serio che abbiamo fatto ai tavoli guardandoci negli occhi".

Parlando della riforme il ministro per le Riforme e i Rapporti con il Parlamento Maria Elena Boschi (Pd) ha sottolineato che quelle messe in cantiere dal Governo Renzi - dalle riforme costituzionali alla nuova legge elettorale dalla riforma del lavoro Jobs act alla riforma Pa e Pensioni, dalla riforma scuola alla riforma giustizia - "sono riforme sono nell'interesse del Paese". E' tutt'altro che definito però il lavoro sulle riforme, il Governo Renzi si è dato Millegiorni di tempo mentre la Cgil protesta e il Pd si divide tra Roma e Firenze.

Alla Leopolda di Firenze anche il ministro della Pubblica amministrazione e Semplificazione Marianna Madia autrice della riforma Pa e pensioni 2014 che prevede il prepensionamento statali e lavoro ai giovani sul modello del quale i sindacati, diversi partiti e la minoranza del Pd di Renzi chiedono di concedere a tutti i lavoratori, quindi non solo a quelli pubblici, la pensione anticipata a 62 anni di età con 35 anni di contributi pensionistici.

Riforma Pa e pensioni, Madia alla Leopolda di Renzi: 'Spero in approfondimenti, no ostruzionismo'

Sul disegno di legge di riforma della Pubblica amministrazione che prevede nuove forme di pensione anticipata per i dipendenti pubblici in discussione la prossima settimana, "spero - ha detto il ministro per la Pubblica amministrazione Marianna Madia, oggi alla Leopolda di Firenze - nelle vesti di coordinatrice di uno dei cento tavoli di lavoro - che non ci sia una discussione ostruzionista, ma un approfondimento della riforma che ha l'obiettivo - ha sottolineato la ministra del Pd - di rendere più semplice la vita dei cittadini.

Segui le tue passioni.
Rimani aggiornato.

Anche i dipendenti - ha sottolineato l'esponente del Governo Renzi - saranno valorizzati per rendere migliore la vita dei cittadini". Sono più di mille gli emendamenti al ddl di riforma Pa e pensioni 2014.

Segui la nostra pagina Facebook!