Sbaglia chi pensa che il decreto sui rimborsi non c'entri con la riforma delle Pensioni. Non a caso, è proprio in sede di esame del disegno di legge di conversione del decreto varato dopo la sentenza della Consulta sul blocco delle indicizzazioni disposto dal decreto Salva Italia ad integrazione della legge Fornero che il Movimento 5 stelle di Beppe Grillo vuole provare a colpire e affondare la riforma pensioni approvata nel 2011 dal governo Monti sostenuto dalla maggioranza delle larghe intese ed entrato in vigore nel 2012 creando diversi problemi di natura sociale, fra i quali, per esempio, i problemi per il pensionamento degli esodati e degli insegnanti della Quota 96 scuola.

Pubblicità
Pubblicità

Riforma pensioni 2015, Luigi Di Maio (M5s): proveremo ad abolire la legge Fornero

Ad annunciare oggi l'assalto pentastellato alla legge previdenziale del 2011 è stato uno dei più autorevoli rappresentanti del movimento fondato e diretto da Beppe Grillo. "Nei prossimi giorni - ha annunciato oggi il parlamentare Luigi Di Maio sulla sua bacheca Facebook - il Movimento 5 stelle proverà ad abolire la cosiddetta Riforma Fornero". "Utilizzeremo l'occasione del decreto legge sulle pensioni alla Camera dei Deputati - ha spiegato il vice presidente di Montecitorio - per restituire un po' di equità ai cittadini italiani".

Riforma pensioni, M5s: stop alla legeg Fornero
Riforma pensioni, M5s: stop alla legeg Fornero

Equità e flessibilità sono le parole chiave della riforma pensioni in cantiere. Tutti chiedono di modificare la legge Fornero e introdurre nel sistema nuove forme di flessibilità in uscita.

Flessibilità in uscita per la pensione anticipata, tutti d'accordo ma servono le coperture

Su questo in linea generale sembrano tutti d'accordo, ora il problema è quale pensione anticipata proporre in una cornice di salvaguardia della finanza pubblica, quindi il nodo da sciogliere resta quello della sostenibilità finanziaria.

Pubblicità

Il Movimento 5 stelle, così come ha già provato a fare invano la Lega Nord di Matteo Salvini che aveva anche raccolto 500 mila firme e passa per proporre il referendum per l'abolizione della Fornero che però è stato ritenuto inammissibile dalla Corte Costituzionale. Per l'abolizione della riforma pensioni Fornero anche Forza Italia di Silvio Berlusconi che lo ha inserito nel suo nuovo programma politico-economico. Ora ci provano i grillini. "Chi non vota la nostra proposta - ha avvertito Luigi Di Maio oggi su Facebook - commette un crimine.

Tutti avvisati", ha sottolineato il parlamentare.

Leggi tutto