Finalmente “via” al rimborso pensioni 2015: ad agosto circa 800 euro a pensionato verranno erogati in virtù della sentenza della consulta che ha condannato INPS e governo al rimborso degli importi legati al blocco delle indicizzazioni per effetto della norma contenuta nel decreto “Salva Italia”. I più sperano di rientrare nei soggetti destinati a ricevere la somma e per chi si chiede a chi spetta il rimborso Pensioni 2015 e come fare per riceverlo ecco di seguito come funziona.

Pensioni, “via” ai rimborsi: ecco a chi spettano e a quanto ammontano

Ormai è ufficiale: con la circolare dell'Inps contenente le istruzioni applicative dell'articolo 1 del decreto 65 verranno erogati in agosto gli importi relativi alla mancata rivalutazione del biennio 2012-2013.

Pubblicità

I rimborsi spetteranno a chi ha una pensione tra 3 e 6 volte il minimo INPS (quindi dai 1.500 ai 3.000 euro) con importi progressivi a scalare. In altre parole alle pensioni di 1.500 euro verrà riconosciuta la rivalutazione massima, del 100% (796,27 euro in più sulla busta paga di agosto 2015), rivalutazione del 40% per le pensioni fino a quattro volte il minimo, del 20% per quelle fino a cinque volte il minimo e 10% fino a 6 volte, per poi azzerarsi oltre tale soglia.

Oltre a incassare il rimborso pensioni per gli anni passati, un pensionato con un assegno da 1.500 euro vedrà, già da agosto, aumentare l'importo erogato fino a 1.525 euro che diventeranno 1.541 a partire da gennaio 2016.

Tra i soggetti a cui spetta il rimborso pensioni, lo ribadiamo quindi ci sono solo ed esclusivamente coloro i quali abbiano una pensione che va dai 1.500 ai 3.000 euro lordi (1.200-2.400 euro netti), mentre per chi incassa cifre superiori non ci saranno “bonus”. Stesso discorso per chi prende meno di 1.500 euro: per questi soggetti infatti il rimborso non è dovuto in quanto il blocco del 2012-2013 non fu applicato.

Quando verrà pagato il rimborso pensioni 2015 e come fare per riceverlo

L'importo dovuto agli aventi diritto verrà messo in pagamento nella data del 1° agosto.

Pubblicità

Per riceverlo questi non avranno bisogno di attivare alcuna procedura: l'importo verrà interamente calcolato ed erogato in maniera automatica ai beneficiari senza che questi debbano farne domanda all'ente. Tuttavia è bene precisare che, come ricorda l'Inps stesso, le somme erogate con il rimborso pensioni sono da considerarsi al lordo delle imposte e soggette a tassazione separata. Se si considera che l'aliquota media Irpef è di circa il 15-18%, i 796 del rimborso diventeranno, al netto delle imposte 650-700 euro.