Il Ddl Scuola sta per diventare legge e già sindacati e regioni si preparano a capire come andranno fatte le immissioni in ruolo. La Gilda Cuneo ha pubblicato un resoconto delle fasi previste dalla riforma renziana della scuola con le ipotesi delle tempistiche. Sebbene si tratti di informazioni che riguardano il Piemonte, possono dare un'idea generale su ciò che aspetta i docenti di tutta Italia. Le fasi delle assunzioni, come già detto, sono tre.

Immissioni in ruolo, tempistiche fase 1 del ddl scuola

La prima fase delle assunzioni partirà subito, in quanto è indipendente dalla riforma scuola (le assunzioni del turn over).

Pubblicità

L'ipotesi chiama in causa già il mese di luglio con l'uso delle tabelle pubblicate dal MEF e i posti suddivisi col metodo 'vecchio', ovvero quello del 50% e 50%. La novità per quest'anno è che non vi sarà nessuna compensazione tra classi di concorso, per cui posti che non è possibile coprire verranno assegnati nelle fasi successive. La scelta delle sedi sarà effettuata verso fine agosto, dopo la mobilità. Si procederà in tre step: gli interessati saranno convocati dall'amministrazione per scegliere la provincia, i posti rimasti verranno comunicati all'UST, che procederà poi a inviare le e-mail su PEC a chi si trova nelle GAE interessate.

Assunzioni scuola, i tempi previsti per le fasi successive

I posti in organico di diritto non assegnati nella prima fase, saranno coperti nella seconda che dovrebbe essere avviata intorno al 17 luglio. In questa fase (divisa in 2 parti) sono escluse però le graduatorie dei concorsi precedenti al 2012. La procedura è simile a quella della prima fase inizialmente, ma si prevede che entro il 14/08 l'USR invii un prospetto dettagliato indicante i posti in organico di diritto non ancora assegnati.

Pubblicità

Per il 17 agosto in GU dovrebbe apparire il decreto che avvia la fase nazionale del piano di assunzioni. Chi non rientra in questa fase, ha circa 10 giorni di tempo per compilare una richiesta di assunzione indicando le province che preferisce. La nomina in ruolo avverrà entro il 15 settembre.

La terza fase inizierà dopo qualche mese, e sarà caratterizzata da nomine con solo effetto giuridico al 1 settembre 2015. Dopo la conclusione della fase precedente, ovvero dopo il 15/9, l'USR comunicherà le risorse aggiuntive disponibili per l'a.s.2016/17.

Entro il mese di ottobre ogni scuola dovranno presentare il POF per l'utilizzo dell'organico dell'autonomia. L'incrocio delle due informazioni sarà inviato al Miur, che scorrendo le graduatorie provvederà alle nomine. Tutta l' operazione dovrebbe essere conclusa entro la fine dell'anno.