Sono giorni infuocati per le novità sulle Pensioni, ed oggi 2 luglio 2015 non è solo a causa della temperatura estiva di tutta la penisola che il tema si è acceso. Secondo alcune indiscrezioni dal Palazzo, riportate sul quotidiano Il Giornale dal collega Antonio Signorini, la proposta di Boeri sulla flessibilità in uscita è stata bocciata da Renzi, che non vuole mettere in atto una misura così antipopolare in un momento in cui il PD sta perdendo voti e consensi. Ma c'è di più, lo scontro tra Renzi e Boeri potrebbe spostarsi anche su una nuova governance dell'INPS, tema su cui da tempo si aspetta una soluzione.

Il commissario Boeri potrebbe esser di fatto commissariato? La bomba è pronta a scoppiare e la battaglia sul sistema contributivo potrebbe esser la miccia per innescarla.

Pensioni oggi 2 luglio 2015: novità dal palazzo, Renzi dice no alla proposta di Boeri

Come dicevamo, stando alle novità sulle pensioni di oggi 2 luglio, il piano di Boeri che prevede una pensione anticipata in cambio del ricalcolo con il sistema contributivo non ha raccolto nelle discussioni preliminari i consensi dell'esecutivo.

Certo da un punto di vista meramente economico, questa sarebbe la soluzione migliore per il Governo, con un "costo 0" o quasi per la riforma. Ma quello che preoccupa Renzi è il consenso popolare, già in calo negli ultimi mesi e che verrebbe affossato con una manovra così impopolare che taglierebbe gli assegni di chi vuole accedere alla pensione anticipata di circa il 30%. Quale sarà quindi la mossa di Renzi?

E che soluzione potrebbe adottare nella prossima legge di stabilità per le pensioni? Magari la quota 97 o 100 proposte da Damiano? Quesiti al momento senza risposta.

Pensioni oggi le novità: Renzi vs Boeri, la battaglia si sposta sulla Governance dell'INPS

I rumors riportati dal Giornale parlano anche di una possibile accelerazione sul tema della Governance dell'INPS, provando a reintrodurre un consiglio di amministrazione e non incentrare tutti i poteri su un commissario, come avvenuto dal 2008 (quarto governo Berlusconi) ad oggi.

Renzi starebbe così pensando di "ridimensionare" Boeri trasformandolo da Commissario a presidente de CDA dell'INPS. Questo ovviamente farebbe perdere potere alla proposta di Boeri, e alla sua idea di riforma con il sistema contributivo. A quel punto servirebbe poi una riforma pensionistica nuova, e tutto questo entro la prossima legge di Stabilità. Non vorremmo esser nella posizione di Renzi, e voi? Diteci la vostra idea qui sotto e clcicate segui per i futuri aggiornamenti!

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la pagina Matteo Renzi
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!