Sono giorni infuocati per le novità sulle Pensioni, ed oggi 2 luglio 2015 non è solo a causa della temperatura estiva di tutta la penisola che il tema si è acceso. Secondo alcune indiscrezioni dal Palazzo, riportate sul quotidiano Il Giornale dal collega Antonio Signorini, la proposta di Boeri sulla flessibilità in uscita è stata bocciata da Renzi, che non vuole mettere in atto una misura così antipopolare in un momento in cui il PD sta perdendo voti e consensi.

Ma c'è di più, lo scontro tra Renzi e Boeri potrebbe spostarsi anche su una nuova governance dell'INPS, tema su cui da tempo si aspetta una soluzione. Il commissario Boeri potrebbe esser di fatto commissariato? La bomba è pronta a scoppiare e la battaglia sul sistema contributivo potrebbe esser la miccia per innescarla.

Pensioni oggi 2 luglio 2015: novità dal palazzo, Renzi dice no alla proposta di Boeri

Come dicevamo, stando alle novità sulle pensioni di oggi 2 luglio, il piano di Boeri che prevede una pensione anticipata in cambio del ricalcolo con il sistema contributivo non ha raccolto nelle discussioni preliminari i consensi dell'esecutivo.

Certo da un punto di vista meramente economico, questa sarebbe la soluzione migliore per il Governo, con un "costo 0" o quasi per la riforma. Ma quello che preoccupa Renzi è il consenso popolare, già in calo negli ultimi mesi e che verrebbe affossato con una manovra così impopolare che taglierebbe gli assegni di chi vuole accedere alla pensione anticipata di circa il 30%. Quale sarà quindi la mossa di Renzi?

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pensioni Matteo Renzi

E che soluzione potrebbe adottare nella prossima legge di stabilità per le pensioni? Magari la quota 97 o 100 proposte da Damiano? Quesiti al momento senza risposta.

Pensioni oggi le novità: Renzi vs Boeri, la battaglia si sposta sulla Governance dell'INPS

I rumors riportati dal Giornale parlano anche di una possibile accelerazione sul tema della Governance dell'INPS, provando a reintrodurre un consiglio di amministrazione e non incentrare tutti i poteri su un commissario, come avvenuto dal 2008 (quarto governo Berlusconi) ad oggi.

Renzi starebbe così pensando di "ridimensionare" Boeri trasformandolo da Commissario a presidente de CDA dell'INPS. Questo ovviamente farebbe perdere potere alla proposta di Boeri, e alla sua idea di riforma con il sistema contributivo. A quel punto servirebbe poi una riforma pensionistica nuova, e tutto questo entro la prossima legge di Stabilità. Non vorremmo esser nella posizione di Renzi, e voi?

Diteci la vostra idea qui sotto e clcicate segui per i futuri aggiornamenti!

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto