La proposta di modifica della pensione anticipata non piace a nessuno, eccetto i montiani a cui va bene tutto ciò che è austerità. Si potrebbe riassumere in questo senso l’esito della presentazione della linea dell’Inps in tema di riforma Pensioni 2015. L’ha capito subito lo stesso Tito Boeri che, poche ore dopo il suo intervento, ha cercato in qualche modo di stemperare gli animi con un tweet, affermando di non volere comunque un pensionamento interamente contributivo. Sarà ma, ad oggi, non si è ancora capito come vorrebbe agire e, soprattutto, qual è la posizione di tutte le anime che sostengono il governo Renzi.

Pubblicità
Pubblicità

Damiano boccia la linea Boeri sulla pensione anticipata, stop anche dai sindacati

A caldo Susanna Camusso della CGIL ha subito criticato i cinque punti annunciati da Boeri e anche Cesare Damiano, dal canto suo, ha rilanciato le sue proposte sui pensionamenti flessibili e sulla quota 41 che garantirebbero il prepensionamento con costi più ragionevoli per i lavoratori. L’ex ministro del Lavoro, in una nota, si chiede perché non far contribuire eventualmente anche i datori di lavoro all’uscita anticipata, incentivandoli a partecipare all’operazione flessibilità.

Pubblicità

Flessibilità che, secondo il parlamentare Dem, rappresenta il miglior compromesso tra generazioni e che apre le porte del mondo del lavoro ai giovani, migliorando sul piano sociale le relazioni tra le persone.

Le rappresentanze sindacali, comunque, incontreranno il prossimo 16 luglio il ministro Poletti per continuare a discutere delle migliori soluzioni da approvare per la riforma pensioni in Legge di Stabilità.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pensioni

Martedì 14, invece, manifesteranno contro il decreto del governo Renzi relativo al rimborso pensioni.

Le proposte di Boeri sulla pensione anticipata non hanno avuto un grande impatto, mediaticamente parlando, e pertanto sarà necessario capire se Palazzo Chigi vorrà farle proprie oppure se preferirà riprenderle solo in parte, magari tamponando sui punti meno “spiegabili” all’opinione pubblica. Se la sosta estiva ormai si avvicina, la ripresa autunnale sembra profilarsi molto calda per la politica.

La maratona della Legge di Stabilità sarà estremamente lunga e discussa se queste sono le premesse.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto