Torna al centro del dibattito previdenziale l'annosa questione dei ricongiungimenti onerosi, ovvero quella pratica attraverso la quale era possibile unire periodi di contribuzione appartenenti a diverse casse previdenziali al fine di raggiungere i requisiti di pensionamento. Fino ad oggi tale strumento è stato però caratterizzato da costi importanti per il pensionando, tanto che non è raro trovare soggetti disposti a rinunciare a tale opzione per di non dover affrontare un esborso considerato troppo elevato o comunque non conveniente.

Pubblicità

Ma secondo le ultime indiscrezioni, l'esecutivo starebbe lavorando alla redazione di un'apposita norma nella prossima legge di stabilità 2015, che dovrebbe consentire l'integrazione tra i versamenti effettuati all'interno delle differenti gestioni Inps, senza ulteriori addebiti da parte del lavoratore. Una misura che di fatto andrebbe a modificare in modo profondo l'attuale prassi e che potrebbe divenire operativa già a partire dal 1° gennaio 2016.

Riforma della previdenza, la pensione anticipata è più vicina grazie al ricongiungimento non oneroso?

Stante la situazione, è interessante notare come la misura su cui starebbero lavorando i tecnici del Governo Renzi potrebbe diventare disponibile senza ulteriori oneri anche per coloro che desiderano ottenere la pensione anticipata.

In questo modo, il provvedimento risulterebbe preferibile anche al meccanismo della totalizzazione, che sebbene sia accessibile senza costi da parte del lavoratore costringe il futuro pensionato a vedersi ricalcolare con il meccanismo contributivo la mensilità erogata dall'Inps. Bisogna inoltre sottolineare come una simile misura sia stata già caldeggiata anche dal Presidente dell'istituto di previdenza pubblico Boeri, che tra i propri suggerimenti all'esecutivo ha indicato proprio l'abbattimento e l'eliminazione dei costi di ricongiungimento tra le diverse gestioni previdenziali presenti presso l'Inps. 

E voi, cosa pensate delle ultime iniziative sulle Pensioni allo studio del Governo? Se lo desiderate, potete condividere le vostre opinioni con gli altri lettori del sito tramite l'inserimento di un commento, mentre per ricevere tutti i prossimi aggiornamenti sulle pensioni anticipate vi ricordiamo di cliccare il comodo pulsante "segui" che trovate in alto, vicino al titolo dell'articolo.

Pubblicità