Il presidente dell'Inps Tito Boeri continua i suoi incontri sulla riforma pensioni. Dopo aver incontrato i rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil ha incontrato una delegazione di Confedir, Cosmed e Cida. I rappresentanti del management italiano hanno illustrato al presidente Boeri le proposte di correzione della riforma previdenziale del 2011 conosciuta come legge Fornero. Il professore della Bocconi è stato chiamato dal premier ad assumere la guida dell'Istituto nazionale per la previdenza sociale in un contesto economico particolarmente delicato.

Pubblicità

Previdenza: vertice tra il presidente dell'Inps e i rappresentanti del management italiano

Confedir, Cosmed e Cida pur condividendo la necessità di flessibilizzare l'uscita dal mercato del lavoro e l'ingresso nel sistema previdenziale, non appaiono favorevoli al cosiddetto "ricalcolo col contributivo" per la pensione anticipata proposto dal presidente dell'INPS: la delegazione del management italiano che ha incontrato Boeri ha precisato che si augura una riforma Pensioni ispirata al principio di equità e che sia capace di distinguere tra previdenza e assistenza.

Infine viene proposta la ricongiunzione delle posizioni contributive e delle pensione di reversibilità.

Riforma ispirata al principio di equità e pensioni flessibili: le proposte di Confedir, Cosmed e Cida

Ipotesi che negli intenti sono simili a quelle sostenute anche da Boeri, con il quale i rappresentanti di Confedir, Cosmed e Cida hanno avuto un incontro che definiscono "positivo e foriero - hanno sottolineato in un comunicato stampa - di nuovi appuntamenti e approfondimenti tecnici". Le tre organizzazioni hanno spiegato al presidente dell'Inps che non intendono "accettare approcci ingiustamente punitivi e penalizzanti - hanno evidenziato - dei trattamenti pensionistici da noi rappresentati".

Pubblicità

A tal proposito sono stati rievocati i devastanti effetti dei continui stop all'indicizzazione delle pensioni e al blocco dei cosiddetti contributi si solidarietà dalle pensioni più alte in sostegno di quelle più basse. Boeri si è infine detto "disponibile a continuare il confronto - si legge nella nota di Confedir, Cosmed e Cida rilanciata dall'Ansa - e a farsi interprete delle posizioni della dirigenza nei confronti del Governo".