"Stiamo lavorando sulla riforma delle Pensioni": sono le parole de Ministro del lavoro Giuliano Poletti, riprese da tutte le principali agenzie d'informazione nel pomeriggio del 21 settembre 2015. "Sappiamo che c'è un aspetto da risolvere legato a uno scalino alto, che blocca il turn over", facendo riferimento alle tante situazioni di disagio che si sono venute a verificare nella previdenza a partire dall'approvazione della legge Fornero. In questo modo, l'esecutivo potrebbe finalmente venire incontro alle esigenze di coloro che si trovano bloccati fuori dal lavoro e fuori dalla pensione ormai da quattro anni.

Pubblicità

"In questo momento stiamo valutando opzioni e punti di equilibrio" prosegue l'esponente del Governo, spiegando che si sta cercando un compromesso assieme al rappresentante del Ministero dell'economia e delle finanze. Sebbene ancora non sia possibile conoscere quale sarà l'effettiva platea beneficiaria del provvedimento, si tratta comunque di un cambio di direzione rispetto anche solo al recente passato, visto che fino alla scorsa settimana una misura di flessibilità sembrava rimandata definitivamente al 2018.

Riforma pensioni e flessibilità: l'uscita anticipata potrebbe essere già disponibile nel 2016. Si pensa a opzione uomo?

Tra le proposte che sarebbero allo studio dei tecnici, secondo l'Ansa potrebbe rientrare anche una nuova modalità di pensionamento anticipato con "opzione uomo". Nella pratica, risulterebbe possibile ottenere una forma di prepensionamento con tre annualità di anticipazione rispetto alla maturazione dei requisiti standard previsti con la legge Fornero. Questo facendo riferimento alla cosiddetta pensione di vecchiaia, che si maturerebbe a ridosso dei sessantasette anni.

Pubblicità

In alternativa, per le situazioni di maggior disagio i tecnici dell'esecutivo starebbero verificando anche delle nuove azioni di welfare, che si realizzerebbe per mezzo dei prestiti pensionistici e di un nuovo assegno di solidarietà. 

Come da nostra abitudine, restiamo disponibili a pubblicare nel sito i vostri commenti qualora desideriate condividere con gli altri lettori idee e opinioni riguardo le vicende che vi abbiamo appena riportato. Se invece desiderate ricevere tutti i prossimi aggiornamenti sul tema della flessibilità previdenziale vi ricordiamo di utilizzare il comodo tasto "segui" che trovate in alto, vicino al titolo dell'articolo.