Facciamo il punto sul concorso Scuola 2016, sulla riforma del sostegno e il concorso per dirigenti scolastici: la situazione per le assunzioni e la possibilità di ulteriori cambiamenti rendono il quadro, all'interno dell'istituzione scuola, alquanto confuso. Vediamo di fare chiarezza e di riepilogare le informazioni essenziali.

Concorso scuola per assunzioni docenti nel 2016

Partiamo dalle basi: il concorso scuola 2016 per l'assunzione di circa 90mila soggetti da inserire entro il primo settembre del prossimo anno, avrà luogo in primavera, con bando ufficiale presentato entro il mese di dicembre.

Pubblicità

La grande scrematura avviene in base all'abilitazione: gli abilitati possono partecipare, i non abilitati no. Probabile l'abolizione della prova preselettiva, ancora non si sa se per tutti (scuole secondarie, primarie, dell'infanzia ecc.), ma sicuramente per molti il pretest verrà cancellato.

Rimandiamo a un nostro precedente articolo per i dettagli sulle prove da sostenere, che saranno meno contenutistiche e più orientate a valutare la capacità di tenere una lezione. Le ultime novità sul concorso scuola 2016 con assunzioni per il prossimo settembre, vertono sulla riforma del sostegno, che come vedremo nel paragrafo successivo rivoluzionerà in parte le norme e le modalità di assunzione per questa tipologia di docenti.

Riforma del sostegno del Governo Renzi: classi di concorso nuove, nuovi dubbi

Ancora una riforma all'interno della scuola, questa volta per l'universo del sostegno. I cambiamenti sono collegati alla delega prevista dalla legge 107/2015 e dovrebbe comportare, anzitutto, la nascita di una classe di concorso dedicata al sostegno, che si diramerà in 4 classi specifiche per ciascun ordine di scuola.

Trapelata la notizia, subito si sono sollevati diversi dubbi sulla reale necessità di questo cambiamento.

In molti pensano che in tal modo si andrebbe a creare un percorso separato per il sostegno, il che comporterebbe anche delle competenze estremamente settorializzate. Il Ministero, tuttavia, ha dichiarato di voler puntare a questo e la direzione che verrà imboccata dalla riforma del sostegno dovrebbe essere questa. Ciò tuttavia comporterà anche due concorsi differenziati per la classe curriculare e per l'insegnamento di sostegno, cosa faranno allora i docenti specializzati? Parteciperanno a entrambi per cercare di avere maggiori possibilità di assunzione?

Al momento questo è il quadro per la riforma del sostegno, per la quale, tuttavia, nuovi dettagli saranno disponibili a breve.

Pubblicità

Concorso dirigenti scolastici: i posti in ballo e le tempistiche

Secondo Orizzonte Scuola il concorso per dirigenti scolastici del 2015 prevederà 450 posti (cui andranno aggiunti altri posti per il 20%). Si tratta ancora di ipotesi, ma appare verosimile che i posti previsti oscilleranno tra i 450 e i 600. Oltre a questo giunge notizia che il testo per il concorso da dirigente scolastico è stato licenziato dal Ministero dell'Economia, il bando sarà quindi disponibile a breve. Non mancheremo di aggiornarvi appena saranno disponibili ulteriori dettagli.