Mi rivolgo a Lei presidente affinchè si agisca senza ulteriori ritardi e tramite provvedimenti idonei’: questo lo stralcio conclusivo della lettera aperta scritta dal vice presidente della Commissione Lavoro Walter Rizzetto e indirizzata al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella affinchè intervenga sulla questione connessa alla prossima riforma della previdenza. Le ultime news sulle pensioni aggiornate ad oggi uno ottobre si rifanno dunque al possibile ingresso sulla scena del Capo dello Stato, una richiesta quella di Rizzetto che non è certo ‘isolata’: nei mesi scorsi infatti anche il leader della Lega Nord Matteo Salvini aveva esortato Mattarella ad intervenire ma a parte una convocazione ufficiale il leader del Carroccio non ottenne nulla.

Pubblicità

L’idea oggi sarebbe quella di poter fruire di una sorta di garante super partes che possa vigilare sulla manovra in via di allestimento, con Renzi, Padoan, Poletti e Boeri ugualmente coinvolti in un provvedimento che in molti hanno già definito un bluff in piena regola. La Legge di Stabilità, che verrà presentata ufficialmente il 15 ottobre, potrebbe infatti prevedere un pull di nuove norme previdenziali riferite ad una platea ridotta e non riguardare l’intera cittadinanza che attende invece con impazienza un dispositivo legislativo strutturato e di ampio respiro.

Interessanti paiono infine gli interventi mossi dal Sottosegretario all’Economia Baretta e dal membro del M5S Di Maio, che come di consueto si è scagliato contro il Governo Renzi reo, secondo il pentastellato, di voler ‘fregare i pensionati’.

Notizie pensioni oggi uno ottobre: da Renzi e Padoan manovra bluff, Rizzetto non ci sta

All’interno della missiva aperta indirizzata al presidente Mattarella, il vice presidente della Commissione Lavoro e parlamentare di Alternativa Libera Walter Rizzetto ha espresso tutto il proprio disappunto per ‘le posizioni assunte dall’Esecutivo in merito a Pensioni ed esodati’.

Pubblicità

‘La fase di stallo che si è venuta a creare è imbarazzante’ ha proseguito Rizzetto, con la conseguenza che la riforma Fornero continua provocare ingenti danni sociali. Le ultime news sulle pensioni aggiornate ad oggi uno ottobre ruotano dunque attorno ad un possibile intervento di Mattarella ma devono doverosamente dar conto di come già il leader del Carroccio Salvini aveva richiesto l’intervento del Capo dello Stato senza però ottenere nulla (o quasi) in risposta. Cosa accadrà questa volta? Solo il tempo potrà dirlo.

Riforma pensioni, ultime news oggi uno ottobre: Baretta parla di lavori in corso, Di Maio attacca Renzi

Il programma da inserire in Legge di Stabilità verrà presentato il 15 ottobre prossimo. Due settimane dunque dopo di che sapremo se e in che misura l’Esecutivo Renzi avrà dato seguito agli intendimenti ‘previdenziali’ espressi in questi mesi. Al momento si va lavorando alla configurazione di un nuovo tipo di pensionamento anticipato con il Sottosegretario all’Economia Baretta ad aver evidenziato che ancora si è in un cantiere aperto: ‘I ministri Poletti e Padoan stanno lavorando alacremente - ha detto Baretta parlando della prossima riforma delle pensioni - vedrete ogni cosa in Legge di Stabilità.

Pubblicità

Ci sono ancora due settimane, i lavori sono dunque in corso ma stanno procedendo bene’. Di tutt’altro avviso il membro del M5S Luigi Di Maio, che ha candidamente ammesso di avvertire ‘puzza di imbroglio’ ogni qual volta questo Esecutivo parla di flessibilità: ‘Significa che si vogliono fregare i pensionati’ ha tuonato il pentastellato seguace di Grillo. ‘Vogliamo cose concrete come il reddito di cittadinanza, non abbiamo bisogno di proclami e basta indiscrezioni dai giornali. Io aspetto di vedere il testo della legge’. Al di là del colore politico di appartenenza ci sentiamo di appoggiare le parole di Di Maio. Il tempo delle chiacchiere e delle promesse è ormai finito, bisogna prevedere interventi seri, mirati e per l’appunto concreti. Senza non si andrà da nessuna parte.