Le ultime notizie al 25/11riguardanti l'opzione donna sembrano rincuoranti egiungono dalPresidente della Commissionelavoro Damiano e dalla Senatrice Parente. Entrambi nel corso delle loro ultime dichiarazioni ufficiali hanno confermato la volontà di proseguire la battaglia alla Camera per ricomprendere le nate nell'ultimo trimestre del 1958 nel regime sperimentale 243/2004. Stando agli ultimi aggiornamenti pare dunquechela lotta per opzionedonnanessunaesclusaprosegua incessantemente. La stessa Cgil tra le proposte elencate in un documento presentato nel corso dell'audizione tenutasi alla Camera ha sottolineato l'importanza di giungere in Legge di Stabilità alla risoluzione immediata di questa ingiustizia.

Tale 'empasse' rischia infatti ditenere fuori dal godimento dell'opzione donna ancora qualche centinaio di lavoratrici, colpevoli unicamente di essere nate qualche mese dopo rispetto alle colleghe ricomprese.

Ultime news al 25/11, opzione donna: svolta vicina?

E' ripreso lunedì l'iter di discussione della Legge di Stabilità alla Camera, tra le questioni più seguite, come dicevamo poc'anzi,vi è certamente la tematica relativa all'opzione donna che continua ad animare il dibattito soprattutto sui social network.

Orietta Armiliato, referente per la comunicazione del Comitato Opzione donna, aggiorna quotidianamente la pagina facebook del gruppo che ricomprendequasi 4.000 lavoratrici che attendono con ansia di sapere se la loro 'battaglia' potrà definirsi vinta per tutte le iscritte. Riportiamo parte del post che l'Armiliato ha pubblicato sulla pagina ufficiale del gruppo al fine di chiarire l'attuare stato dell'arte ad oggi e al fine di cercare di rispondere alle miriadi di domande che le giungono in privato.Ringraziamo la referente per averci autorizzato alla pubblicazione delle sue parole e ricordiamo alle interessate che è possibile vedere il post completo accedendo alla pagina pubblica del Comitato.Poco ci pare vi sia da aggiungere vista la dovizia di particolari menzionata da Orietta Armiliato

Orietta Armiliato fa il punto su opzione donna ultimo trimestre 58ad oggi

"La Commissione Lavoro del Senato ha stilato un ordine del giorno che è stato ammesso ed approvato, dove si chiede di elidere i tre mesi di Adv e che, oggi, accompagna il Comma 155 al suo ingresso alla Camera.

A partire da questo pomeriggio, il Ddl sarà esaminato ed analizzato in Commissione Bilancio alla Camera appunto dove, compiuto il suo iter, ritornerà al Senato in terza lettura per l'approvazione finale prima del passaggio al Presidente della Repubblica per la ratifica finale. Successivamente, il testo sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale e sarà dunque legge operativa a tutti gli effetti. Il tutto, dovrà compiersi entro il mese di Dicembre del corrente anno.

Durante l'esame alla Camera le diverse Commissioni, possono produrre emendamenti atti a modificare, correggere e variare, quanto riportato ai Comma del maxi-emendamento in questione. Per quanto ci riguarda, sarà la Commissione Lavoro a produrre le note di variazione sulle quali il Presidente Damiano più volte si è pronunciato, assicurando che proporrà un emendamento atto ad eliminare i tre mesi di aspettativa di vita ora inclusi come condizione di accesso alla sperimentazione e, dopo la votazione in Aula, avremo certezza dell'accoglimento o meno di tale emendamento e quindi della variazione da apportare al Comma in oggetto".

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!