Continuano le audizioni sulla legge di Stabilità dinanzi le commissioni Bilancio congiunte di Camera e Senato, confronto sulla riforma Pensioni. Proseguono oggi davanti alle commissioni Bilancio congiunte del Senato e della Camera le audizioni sulla legge di Stabilità 2016, al centro degli interventi anche le questioni legate alla riforma pensioni. Il presidente della Corte dei Conti, Renato Squitieri, ha spigato oggi senza tanti giri di parole che lascia sostanzialmente irrisolti i nodi dei contratti della Pubblica amministrazione, della rivalutazione dei trattamenti pensionistici e delle clausole di salvaguardia.

Legge Stabilità 2016, proseguono le audizioni congiunte Camera e Senato

E mentre di esamina la legge di Stabilità 2016 continua il confronto politico sulla riforma pensioni. "E' condivisibile - ha detto oggi il presidente di Confindustria nell'audizione al Senato sulla manovra - la decisione del Governo di rinviare ad un provvedimento organico - ha ricordato Giorgio Squinzi - interventi strutturali per una maggiore flessibilità del sistema pensionistico". La pensano diversamente i sindacati. "Sbagliato rinviare le modifiche alla legge Fornero", ha detto ieri nell'audizione il leader della Cgil Susanna Camusso che ha definito la finanziaria 2016 come "una manovra non espansiva - ha detto - che non crea lavoro per i giovani e sbilanciata - ha sottolineato la Camusso - verso le imprese, a scapito del Paese".

Se la Cisl di Annamaria Furlan la considera positiva dal punto di vista della riduzione della pressione fiscale e del costo del lavoro per le imprese la seconda manovra di Renzi "rischia - ha dichiarato il segretario confederale della Cisl durante dell`audizione di essere poco incisiva - ha sottolineato Maurizio Petriccioli criticando anche i mancati interventi sulle pensioni - rispetto all'equità sociale".

Riforma pensioni del Governo Renzi: cantiere aperto, interventi nel 2016

Una manovra che "rischia di essere ricordata - ha detto il segretario generale dell'Ugl - più per quello che manca che per i suoi contenuti. I grandi assenti della manovra - ha aggiunto Paolo Capone in audizione - sono le pensioni, il Sud, lo sviluppo, il pubblico impiego, l'occupazione. Le politiche sulla sanità e il welfare".

Una finanziaria che "sostiene ripresa, buona sul calo delle tasse, ma ora serve flessibilità sulle pensioni", ha detto il rappresentante di Alleanza delle Cooperative esprimendo un giudizio in audizione nel complesso un giudizio "positivo" sulla legge di Stabilità. A proposito di riforma pensioni continua a far discutere il piano del presidente Inps Tito Boeri al momento stoppato dal premier Matteo Renzi. "Finalmente - ha detto Emanuela Munerato, senatrice di Fare!, componente della commissione Lavoro del Senato - vuole mettere mano ai vitalizi e alle pensioni d'oro, in particolare - ha spiegato - a quelli degli ex parlamentari".

Intanto, sempre in tema di riforma pensioni e flessibilità in uscita si riunisce oggi il comitato ristretto istituito in commissione Lavoro alla Camera sui 20 disegni di legge su diverse forme di pensione anticipata e altre misure di carattere previdenziale.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!