La partitapolitica della minoranza Dem nel 2016 si giocherà sulle Pensioni? Sembra essere questa la premessa di un'intervista rilasciata dall'On. Cesare Damiano per Il Manifesto, in merito al nuovo corso parlamentare che si aprirà a partire da gennaio. "Ho giudicato negativamente il fatto che il tema non sia entrato nella legge di stabilità" spiega il Presidente della Commissione lavoro, sottolineando come "il Premier Renzi prima lo ha ignorato, adesso ne ha compreso l'importanza". Ed ha anticipato una misura correttiva già per i primi mesi del nuovo anno.

Ma per fare un quadro esaustivo della situazione si può sottolineare anche la mobilitazione dei sindacati, definita come "positiva" e di "aiuto" per l'iter parlamentare che dovrà essere svolto. Accanto al nodo della flessibilità previdenziale, continua a rimanere aperto quello degli esodati: "mancano 20000 persone", ma oltre al'opzione di un'ottava salvaguardia, ad andare incontro a questi lavoratori potrebbe esserci ancheil nuovo provvedimento di riforma strutturale.

Riforma pensioni, ecco le misure sulle quali si tornerà a discutere a partire da gennaio

"All'ipotesi Boeri io preferisco una misura di flessibilità universale, fatta di indennità di disoccupazione, riaccompagnamento al lavoro e sostegno al reddito" spiega l'esponente della minoranza Dem, riferendosi ai soggetti ultra 55enni che perdono il posto. Mentre per l'accesso all'Inps la proposta di legge sulla quota 97 della Commissione lavoro prevede l'avvio del pensionamento con 62 anni di età e 35 di versamenti, più l'8% di penalizzazione massima (il 2% per ogni anno di anticipo).

Il nodo dei precoci sarebbe invece risolto con l'ormai famosa proposta di un'uscita dal lavoro avendo maturato 41 anni di versamenti, senza altre penalizzazioni sulla mensilità ottenutae senza alcun vincolo di natura anagrafica. Resta il fatto che una vera flessibilizzazione dell'accesso alla previdenza continua a mancaredall'ormai lontano 2011, pertanto un intervento di flessibilità è non solo richiesto da moltissimi lavoratori, ma anche sentito come indispensabile da coloro che si sono trovati improvvisamente tagliati fuori dal welfare previdenziale.

E voi, cosa pensate delle ultime dichiarazioni che vi abbiamo riportato in merito alla flessibilità Inps? Fateci conoscere il vostro riscontro tramite l'aggiunta di un nuovo commento all'articolo. Se invece desiderate restare aggiornati e ricevere tutte le prossime notizie sulle pensioni vi suggeriamo di cliccare il comodo pulsante "segui" che trovate in alto, vicino al titolo.

Segui la nostra pagina Facebook!