Le organizzazioni sindacali in pressing sul Governo Renzi per la riforma Pensioni. Cgil, Cisl e Uil chiedono un provvedimento sul sistema pensionistico per introdurre nuovi elementi di flessibilità in uscita per dare a tutti l'opportunità di accedere alla pensione anticipata a cominciare dai 62 anni e, a prescindere dall'età, con 41 anni contributi previdenziali. Una soluzione che darebbe la possibilità di accedere al pensionamento anche ai cosiddeti lavoratori precoci che hanno già raggiunto la quota 41.

Pensioni, Cgil, Cisl e Uil: urge controriforma, pensione anticipata a 62 anni

La proposta unica dei tre sindacati rappresentativi sulle modifiche al sistema pensionistico sarà illustrata nei dettagli giovedì 17 dicembre nel corso delle assemblee interregionali di Cgil, Cisl e Uil che si svolgeranno a Bari, Firenze e Torino. Nel corso degli incontri è prevista la presentazione delle proposte per la riforma pensioni da parte dei segretari generali delle tre organizzazioni sindacali: Carmelo Barbagallo (Uil), Annamaria Furlan (Cisl) e Susanna Camusso (Cgil).

A votare il documento unitario per le modifiche alla legge Fornero che innalzò drasticamente l'età pensionabile saranno migliaia di delegati e dirigenti sindacali di tutte le regioni italiane. I leader delle tre organizzazioni sindacali più rappresentative hanno spiegato in una nota che con la riforma pensioni del 2011 fu sostanzialmente realizzata quella che definiscono "la più gigantesca operazione di cassa - si legge in una nota di Cgil, Cisl e Uil - sul sistema previdenziale italiano, pari a circa 80miliardi".

Previdenza, Camusso: Governo Renzi preferisce detassare yacht lusso

I sindacati contestano il Governo Renzi per i mancati interventi di riforma pensioni nella manovra finanziaria che ha già avuto l'ok dalla commissione Bilancio di Montecitorio guidata dal deputato del Pd Francesco Boccia. "Una grave mancanza il fatto che la legge di Stabilità - ha ribadito Susanna Camusso in una nota - non abbia affrontato il tema delle pensioni.

Scopriamo - ha aggiunto il segretario generale del sindacato rosso - che si sono trovare risorse per togliere la tassazione sugli yacht di lusso e non per le pensioni. Non dico per l'insieme del sistema - ha sottolineato - ma almeno per le emergenze". Intanto, dalle ultime notizie relative al disegno di legge di Stabilità 2016 che approda adesso nell'aula di Montecitorio, si apprende che per il pagamento degli assegni previdenziali in contanti rimane il tetto a 1.000 euro. A prevederlo un emendamento alla manovra finanziaria.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!