Il concorso Scuola 2016 rimane un tema sempre molto caldo e siamo ormai giunti agli ultimi giorni di attesa per la pubblicazione del nuovo concorso che permetterà di salire in cattedra (in maniera stabile) tra il 2016 e il 2018 ben 63712 nuovi insegnanti. Continuano a venire fuori informazioni sul bando scuola 2016 e la data prevista per la pubblicazione del bando di concorso, infatti, è l'1 febbraio 2016, con l'obiettivo di completare entro fine marzo la prova scritta e a giugno quella orale, per consentire l'immissione in ruolo a partire dall'1 settembre 2016.

A differenza di quanto avveniva nel passato, la prova preselettiva non sarà presente.

Concorso Scuola, valutazione dei titoli

Il Miur (Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca) sta lavorando anche sul decreto ministeriale che prossimamente dovrebbe essere pubblico sulla Gazzetta Ufficiale. Da ciò si possono trarre le prime importanti informazioni sullo svolgimento del concorso della scuola e sulla valutazione dei titoli dei candidati. Partiamo col dire che le Commissioni che giudicheranno i candidati avranno a disposizione 100 punti da suddividere nel seguente modo: 40 punti per le prove orali, 40 per i test scritti e 20 punti che si assegneranno in base ai titoli posseduti da ciascun candidato.

Il concorsosarà ritenuto superato se si ottengono almeno 28 punti in ogni prova (scritta e orale).

Sul discorso relativo alla valutazione dei titoli possiamo partire col dire che il Miur ha stabilito che i partecipanti in possesso del dottorato di ricerca avranno ben 5 punti aggiuntivi. Le lauree diverse da quella utile per l'accesso all'abilitazione avranno un valore di 2 punti, mentre master, abilitazione all'esercizio di una libera professione attinente all'insegnamento fornirà 0,5 punti in più.

Pubblicazioni di alta rilevanza per la classe attinente al concorso potrebbero dare 3 punti e altri 2 punti, invece, potrebbero essere riconosciuti ai candidati che sono stati inseriti nella graduatoria di merito di un concorso svolto in precedenza.Le abilitazioni all'insegnamento, come il TFA, danno un massimo di 10 punti, mentre il servizio svolto già è valutato 0,5 punti per ogni anno.

Lo svolgimento delle prove concorsuali

Come già detto, il concorso sarà composto da due prove, quella scritta e quella orale. La durata delle prove scritte sarà di 150 minuti e sarà composta da otto quesiti a risposta aperta, finalizzati all'accertamento di competenze e conoscenze necessarie per le discipline che saranno oggetto di insegnamento. La fase orale avrà una durata massima di 45 minuti, composta da 35 minuti di simulazione di una lezione e dai restanti 10 di colloquio tra candidato e commissione per l'accertamento anche della lingua straniera.

Segui le tue passioni.
Rimani aggiornato.

Segui la nostra pagina Facebook!