La questione Pensioniè sempre al centro dell’attenzione dei partiti e di singoli esponenti politici. I temi su cui vertono discussioni e proposte riguardano soprattutto lapensione anticipata, o flessibilità in uscita, e il pensionamento dei lavoratori precoci. L'orizzonte previdenziale, difatti, non è caratterizzato o segnato solo dalla discussione sulla quota da condividere per mandare in pensione i lavoratori prossimi all'uscita dal mondo del lavoro,ma anche dall’attenzione che desta la sorte dei lavoratori precoci, cioè di coloro che hanno iniziato a lavorare ed a versare contributi prima del 18° anno di età e che oggi, nonostante una lunga carriera lavorativa non possono andare in pensione perché troppo giovani in base alla legge Fornero.

Quota 41 estesa a tutti, la proposta di Nuova Sinistra Italiana

Leultime notizie sulle pensionici raccontano che tra le proposte che maggiormente scuotono i palazzi del potere governativo, ci sono quelle lanciate dai fuorusciti dal PD e da Sel, e cioè dal gruppo politico di nuova formazione, Nuova Sinistra Italiana. Una proposta prevede l'estensione della Quota 41a tutti i lavoratori e non solo ai lavoratori precoci, come invece previsto nel disegno di legge del Partito Democratico, a firma di Damiano-Baretta-Gnecchi.

Collegata a questa, Nuova Sinistra Italiana lancia anche l'ipotesi di una collaborazione con il Ministero della Salute per la redazione di specifiche tabelle al fine di certificare il livello di pesantezza di un lavoro. Ciò implicherebbe la possibilità, a parità di età anagrafica e di contributi versati, di chiedere il pensionamento anticipato. Queste proposte certamente non faranno dormire sonni tranquilli al Ministro delle Finanze ed Economia, Padoan ed al premier Matteo Renzi. Anche perché l’estensione della 41 a tutti i lavoratori trova terreno fertile pure tra esponenti della minoranza del Partito Democratico.

L'onorevole Rizzetto sfoggia una maglietta con un sì alla quota 41

Inoltre un “sì” convinto alla quota 41 del Presidente della commissione lavoro della Camera dei deputati, Cesare Damiano, arriva dall'onorevole Walter Rizzetto, vicepresidente della medesima commissione lavoro. L'on. Rizzetto a sostegno del suo sì, sfoggia addirittura una maglietta con su scritto “Quota 41 per tutti. Ddl 857” Il disegno di legge del PD, fatto proprio dalla commissione.Nel novero delle varie proposte per le modifiche alla vigente legge Fornero, anche il Nuovo Centrodestra di Alfano fa sentire la sua voce schierandosi a favore delle proposte del Partito Democratico, in particolare sulla Quota 100 e 41 con le relative penalizzazioni.

Appena avremo nuove informazioni ve le faremo sapere, voi intanto seguiteci cliccando su “segui” posto in alto sopra al titolo

Segui la nostra pagina Facebook!