I docenti abilitati di recente sono in attesa di potersi inserire nella II fascia delle graduatorie di istituto. Al riguardo, il Miur ha dato seguito a quanto disposto dal DM 3 giugno 2015 n. 326 per integrare le graduatorie di istituto. Lo ha fatto con il DDG n. 89 emanato in data 16 febbraio 2016. Il timing di uscitadelle finestre di aggiornamento prevede un criterio semestrale. Pertanto, le finestre utili per l'inserimento dei docenti abilitati nella II fascia rimane fissato per i mesi di febbraio e agosto.

Quella che sta arrivando è la terza finestra di aggiornamento. Va precisato inoltre che con queste finestre si vengono a cerare elenchi aggiuntivi che non impattano su chi si è iscritto precedentemente.

Chi si può inserire

A questo riguardo si può riprendere quanto illustrato dal Miur con la nota numero 4477 pubblicata in data 16 febbraio 2016:

  • tutti i docenti abilitatisi entro il periodo che va dal 23 giugno 2014 fino al 1 febbraio 2016;

  • tutti i nuovi specializzati sul sostegno nel periodo 23 giugno 2014 / 1 febbraio 2016.

Successivamente, appena la Direzione Generale per i contratti lo notificherà, si potranno scegliere le scuole su “Istanze on Line”.

I diplomati magistrali ante 2001/2002 ancora in attesa di presentare la domanda di inserimento dovranno attendere la prossima finestra prevista per l'aggiornamento del 2017.

La precedente disposizione vale anche per chi vuole cambiare provincia.

Come presentare l'istanza

Bisognerà presentare la domanda attraverso il sistema “Istanze on Line”. Il sito del Miursarà attivo per gli specializzati sul sostegno a partire dal 10 fino al 30 marzo alle ore 14,00.

Alla bisogna andrà utilizzato il modello A5. Chi userà il modello A3 deve sapere che dovrà provvedere ad inoltrare una raccomandata a/r entro il 7 marzo 2016, utilizzare la Pec oppure consegnare a mano avendo cura di farsi rilasciare una ricevuta da parte di chi riceve il modello ( ossia l'istituzione scolastica della relativa provincia). Ultima avvertenza per chi ha chiesto l'inserimento negli elenchi aggiuntivi col modello A3: in questo caso non va compilato il modello A5.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!