Lo scorso 10 febbraio è stato firmato il contratto collettivo nazionale integrativo tra MIUR e Sindacati Scuola con il quale sono ridefinite le regole della mobilità territoriale e professionale dei docenti per l’anno scolastico 2016/2017. Una delle novità introdotte quest'anno è chela mobilità avviene tra ambiti territoriali, mentre sino ad oggi avveniva solo tra scuole.Nel dettaglio vediamo cosa vuol dire il trasferimento su ambito e quali sono i modi e i tempi per presentare domanda di mobilità.

Come presentare la domanda di mobilità

Come anticipato dal Miurle operazioni di mobilità inizieranno con la presentazione delle domande a metà marzo (anche se le date precise saranno pubblicate in un'ordinanza ministeriale) e si completeranno entro luglio.

I tempi per presentare le domande di mobilità sono differentiper i docenti, educatori e personale ata, di solito avvengono prima le domande per docenti ed educatori e poi per gli ata. I soggetti interessati a presentare domanda di mobilità, dovranno previa registrazione seguire la procedura online,entro i termini previsti per la scadenza di presentazione della domanda.

La mobilità territoriale e professionale opera tra ambiti

Una frase che, spesso, ha destato qualche dubbio, ma che non vuole significare altroche i docenti, nella domanda di trasferimento, invece di inserire scuole specifiche, dovranno inserire ambiti territoriali (i quali sono in fase di definizione dagli USR)quindi il docente che verrà trasferito non avrà più titolarità in una Scuola, ma all’interno dell’ambito (fatta eccezione per i docenti assunti ante 2014/2015 e i neoassunti fase 0 e A), inoltre, il docente trasferito su ambito sarà assoggettato alla "chiamata diretta" del Dirigente Scolastico che proporrà gli incarichi ai docenti di ruolo, previa presentazione del proprio curriculum(in questo modo si tende a valorizzarele esperienze e le competenze professionali).Il dirigente scolastico formula la proposta di incarico (che ha durata triennale) in coerenza con il piano triennale dell’offerta formativa.