Dopo la recentissima esamina in Senato delle tematiche di Amnistia ed Indulto, la notizia delle ultime ore è la decisione di una nuova discussione congiunta prevista durante la prossima settimana sugli stessi argomenti. Il calendario ufficiale dei lavori del Parlamento Italiano presenta infatti al punto numero 3 dell’ordine del giorno di martedì 22 marzo 2016 una nuova discussione sui tanto richiesti provvedimenti di clemenza.

La riunione si siederà al tavolo a partire dalle ore 14.00 quando dovranno essere trovati necessariamente dei punti d’accordo per un reale intervento che ponga rimedio alla spinosa questione del sovraffollamento carcerario italiano ed alle cattive condizioni di reclusione di moltissimi penitenziari del nostro paese.

Quali i maggiori punti d’intervento in tema di clemenza, amnistia ed indulto?

Le discussioni della Commissione di Giustizia del Senato Italiano saranno concentrate specialmente su alcuni aspetti di amnistia ed indulto che potrebbero risultare fondamentali per diminuire la lunghezza di alcune tipologie di pene con il conseguente miglioramento dell’affollamento delle prigioni d’Italia.

In particolar modo i disegni di Legge presentati richiedono amnistia per tutti quei reati per i quali la pena massima prevista è di quattro anni con aumento fino a sei anni sotto specifiche condizioni (tutti gli imputati saranno inoltre liberi di non approfittare di tale tipologia di clemenza non richiedendola esplicitamente). Stando invece alle proposte in tema di indulto la principale richiesta effettuata al Senato è quella di concedere sconti di pena fino ad un massimo di tre anni per quei reati per cui le pene non superano i 3 anni o i 10.000 euro (in caso di sanzioni pecuniarie).

Si conclude infine ricordando come tra i vari ddl presentati in Commissione sia presente anche la proposta di riduzione di pena per tutte le persone accusate di far parte di associazioni mafiose che decidessero di collaborare con la Giustizia Italiana. Vi trovate d’accordo con tali proposte? Diteci la vostra opinione commentando la news nello spazio indicato.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto