Un'ottava salvaguardia, questa è la richiesta che arriva forte dagli ultimi lavoratori esodati rimasti esclusi dai precedenti provvedimenti. Per chiudere definitivamente l'annosa quanto spinosa vicenda dei cosiddetti esodati, penalizzati più di altri dalle rigide norme della legge Fornero , occorre un intervento risolutivo. Lo chiedono i Comitati degli Esodati, lo chiede buona parte del parlamento, lo chiedono le organizzazioni sindacali.

Pubblicità
Pubblicità

Accorato appello al Governo da parte degli esodati esclusi

I lavoratori rimasti fuori dalle precedenti sette salvaguardie hanno lanciato un nuovo appello al presidente del consiglio Matteo Renzi per sollecitare misure ed il rispetto degli impegni presi nel corso di questi mesi. La settima salvaguardia, provvidenziale per chi l'aspettava da tempo, è una riprova della complessità e della necessità della ricerca di una soluzione non più transitoria ma risolutiva di un problema che deve essere affrontato con adeguatezza ed immediatezza.

Pubblicità

Per porre fine al dramma degli esodati, affermano e chiedono i comitati, occorre un'ottava salvaguardia che includa tutti coloro che finora sono rimasti esclusi: si stima che siano circa 24mila lavoratori. I comitati si augurano e sperano che il governo “metta mano al portafoglio” per onorare gli impegni presi. Auspicano, infatti, che “quell’impegno di credibilità venga prontamente onorato dal Governo, salvaguardando anche le 23.200 persone mancanti all'appello”.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pensioni

I fondi per ottava salvaguardia ci sono, basta non dirottarli su altri capitoli

I fondi, sostengono i comitati, esistono. Si possono utilizzare tutti i risparmi delle precedenti salvaguardie, prima che vengano destinati per altri capitoli di spesa. Il rischio reale esiste, come già avvenuto allorquando sono state utilizzate risorse a loro destinate per finanziare interventi come la “no tax area”, Giubileo, Expo e per l'Opzione Donna.

“Uno scippo inaccettabile, in quanto le somme messe a disposizione avrebbero dovuto essere usate per legge esclusivamente per nuovi provvedimenti a favore degli “esodati, denunciano. Ricordiamo tal proposito il sostegno del Presidente della Commissione Lavoro della Camera, Cesare Damiano. Damiano, difatti, si è sempre schierato dalla loro parte, favorevole ad un nuovo intervento di salvaguardia. A questo punto non ci resta che aspettare per comprendere quali saranno le reali intenzioni dell'esecutivo del premier Matteo Renzi. Voi seguiteci, noi come sempre vi terremo informati.

Pubblicità

Per gli aggiornamenti sulla vertenza esodati ,  intanto cliccate su “segui” posto in alto sopra al titolo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto